Cronaca

Diciotto cani chiusi in un furgone e lasciati sotto il sole, due denunce

I carabinieri di Pianoro, comune della provincia di Bologna, hanno salvato gli animali (16 dei quali muniti di microchip) dopo aver raccolto la segnalazione di alcune persone attirate dai guaiti. Durante il lungo viaggio i cani, partiti da Palermo e dal resto della Sicilia, non avevano acqua né cibo a disposizione

I cani salvati dai carabinieri di Pianoro, Bologna

Chiusi dentro un furgone e abbandonati sotto il sole cocente. I carabinieri domenica sera hanno salvato nel Bolognese diciotto cani partiti da Palermo e da altri comuni della Sicilia e diretti verso destinazione ignota. Denunciati per maltrattamento di animali un uomo di 48 anni nato nel capoluogo siciliano ma residente in Emilia Romagna e uno di 57 anni originario di Ferrara.

L’intervento dei carabinieri è stato richiesto da alcune persone che sono state attirate dai guaiti dei cani, trasportati abusivamente come dei pacchi postali, senza acqua né cibo. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori i due uomini, dopo un lungo viaggio iniziato in Sicilia, avevano fatto una sosta a Pianoro e avevano parcheggio il mezzo per fare visita a un conoscente noncuranti delle alte temperature.

I militari della compagnia di San Lazzaro di Savena hanno aperto il portellone del mezzo trovando i cani in condizioni non idonee per un viaggio tanto lungo. I veterinari dell’Asp hanno verificato il loro stato di salute e li hanno rifocillati, appurando poi che 16 dei 18 esemplari (alcuni dei quali di razza) avevano il microchip. Gli animali sono stati affidati a una struttura dedicata. Indagini in corso per chiarire i contorni della vicenda.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diciotto cani chiusi in un furgone e lasciati sotto il sole, due denunce

PalermoToday è in caricamento