Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca Montepellegrino / Vicolo Pipitone

Crolla palazzina all'Acquasanta, in salvo l'operaio rimasto bloccato

Salvatore Manfredi, 48 anni, era rimasto bloccato per tre ore sotto le macerie in vicolo Pipitone. Lavorava nello stabile insieme ad altri due colleghi, un italiano e un rumeno, rimasti illesi

Vicolo Pipitone, soccorsi al lavoro dopo il crollo

Dopo circa tre ore è stato estratto dalle macerie, con un’autoscala dei vigili del fuoco, Salvatore Manfredi, l'operaio di 48 anni rimasto coinvolto nel crollo della palazzina dove stava lavorando insieme ad altre due persone, un giovane rumeno di 28 anni, George Paitrasque, e un palermitano di 40, Pietro Giuliano, rimasti illesi.

Sul posto ci sono due ambulanze del 118, agenti di polizia e 8 squadre dei vigili del fuoco. A cedere, provocando il crollo dell'edificio in ristrutturazione, intorno alle 14,30 secondo i vigili del fuoco, sono stati il tetto della struttura e il solaio del secondo piano. L'uomo sarà trasferito al Trauma center dell'ospedale Villa Sofia di Palermo. "È venuto a pranzare a casa - ha dichiarato Grazia Curatolo, moglie dell'uomo -. Abitiamo qui vicino in via Simone Gulì, non riesco a credere a quello che è accaduto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crolla palazzina all'Acquasanta, in salvo l'operaio rimasto bloccato

PalermoToday è in caricamento