rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Sanità

Come gestire il post emergenza Covid? Esperti a confronto a Palermo: interviene anche Anthony Fauci

Il consulente del governo americano parteciperà in videoconferenza al convegno che si terrà il 12 e il 13 maggio al Circolo ufficiali dell'Esercito diretto dal direttore di Pneumologia del Policlinico, Nicola Schichilone

Il 12 e il 13 maggio il Circolo ufficiali dell'Esercito di Palermo ospiterà il "Pulmonary Expert Forum on Covid- 19 and the Impact on Pulmonary Diseases", convegno diretto sul piano scientifico da Nicola Scichilone, direttore della Pneumologia del Policlinico Giaccone di Palermo. Sarà l’occasione per confrontarsi non solo sugli effetti devastanti del Covid e sulla gestione dell’emergenza, ma anche per fare il punto sulle conoscenze acquisite in tema farmacologico e di assistenza ventilatoria. Il confronto, in più, andrà ben oltre il Covid e accende i riflettori sulla gestione clinica e l’impatto che le malattie respiratorie possono avere sul piano organizzativo per una azienda sanitaria. Una due giorni significativa durante la quale saranno presenti a Palermo i massimi esperti, nazionali e internazionali, della Pneumologia.

Palermo avrà l’onore di poter ascoltare, in videoconferenza, il contributo di Anthony Fauci, consulente del governo americano e figura di assoluto rilievo nella gestione dell’emergenza pandemica. Fauci presenterà la visione strategica nel contrasto dell’epidemia. Lo sguardo al futuro sarà affrontato da Ilaria Capua, figura di riferimento mondiale nella identificazione delle infezioni virali e principale promotrice della salute circolare. In questa ottica, non mancherà l’attenzione al concetto di libertà in epoca di pandemia, affrontato dal filosofo Marcello Bray, direttore scientifico dell’Istituto Treccani. Affinché il virus non faccia più paura sarà necessario conoscerne ogni dettaglio, e i rapporti tra immunità e sviluppo di malattia saranno affrontati da Alberto Mantovani dell’Humanitas di Milano, scienziato di fama mondiale. In questa ottica una riflessione approfondita sarà dedicata ai vaccini, vera arma per uscire dall’emergenza, con i contributi dell’immunologo Sergio Abrignani, componente del Cts nazionale, e di Alkis Togias del National Institute of Health di Bethesda, coordinatore degli studi clinici e delle fasi di sviluppo dei vaccini contro l’infezione da SARS-CoV-2.

La sessione inaugurale del congresso, che avrà inizio nel pomeriggio di giovedì 12 maggio a partire dalle 14.30, affronterà gli aspetti organizzativi legati all’emergenza pandemica, provando a dare risposte alle sfide della nuova sanità in termini di riorganizzazione del sistema sanitario anche alla luce delle possibilità offerte dal Pnrr.

"La pandemia da SARS-Cov-2 - sottolinea Nicola Scichilone - ha colpito in modo rapido e inatteso i sistemi sanitari di tutto il mondo mettendo in evidenza come paradigmi e modelli di assistenza, fino ad ora incardinati nel nostro modo di procedere, siano caratterizzati da alcune problematiche che ci spingono a perfezionare il nostro sistema di cura e gestione socio-sanitaria. Le malattie respiratorie croniche ritornano ad essere un insieme di patologie che impegnano, sia nella fase acuta che in quella di gestione cronica, il nostro sistema sanitario. Dedicheremo ampio spazio anche alla gestione delle sequele del Covid, sia da un punto di vista scientifico che gestionale, grazie anche al contributo della medicina territoriale e delle figure istituzionali. Infine ci confronteranno sulle vittime nascoste del Covid, sulle patologie respiratorie neglette e trascurate, perché la riorganizzazione in epoca post-emergenziale possa tenere conto del peso e delle necessità di patologie respiratorie che meritano una assistenza sanitaria ottimale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come gestire il post emergenza Covid? Esperti a confronto a Palermo: interviene anche Anthony Fauci

PalermoToday è in caricamento