Cronaca

Covid, il Cimo sulle ispezioni ministeriali: "Visitati ospedali dove i posti sono in regola"

Per il sindacato dei medici gli ispettori avrebbero scelto i nosocomi in cui "i conti tornavano perfettamente". Collodoro: "Sembra non sia importante che i posti abbiano anche la dotazione di personale sanitario. A Partinico rimossa l'area grigia per trovare altri 7 posti"

Gli ispettori inviati dal ministero della Salute hanno iniziato il loro tour fra gli ospedali di Palermo e provincia per verificare i numeri relativi ai posti letto delle terapie intensive, ma secondo il sindacato dei medici Cimo le strutture scelte sarebbero quelle in regola. Accompagnati dai carabinieri del Nas, gli ispettori sono andati al Civico e al Cervello, ma nella "missione" palermitana c'è stato spazio anche per due nosocomi della provincia: quello di Termini Imerese e di Partinico. Ispezioni, quelle di oggi, che seguono le visite di ieri al San Marco e al Garibaldi Nesima di Catania e che destano le perplessità del sindacato dei medici ospedalieri Cimo. 

angelo collodoro-2"Constatiamo - dice il vice segretario regionale del sindaco, Angelo Collodoro (foto allegata) - che gli ispettori sono andati negli ospedali dove anche per le tabelle Cimo i conti tornavano perfettamente. Non si sono recati invece in quei nosocomi in cui le nostre tabelle davano negatività di posti. Erano a Termini e non si sono recati a Petralia". L'intervento degli ispettori arriva dopo le polemiche nate dalla diffusione di alcuni audio del dirigente generale del dipartimento Pianificazione strategica dell'assessorato regionale alla Salute, Mario La Rocca, ai manager di Asp e aziende ospedaliere. 

"Bene avanti così. Evidentemente siamo soddisfatti di avere dato delle buone indicazioni su dove recarsi", dice con ironia Collodoro. Poi aggiunge: "Se poi anche negli ospedali 'buoni' per i posti letto dichiarati, ci siano o meno le dotazioni di personale sanitario sufficienti a lavorare bene sembra non essere un elemento importante per l'ispezione". Nel pomeriggio gli osservatori del ministero della Salute si sono recati al Covid hospital di Partinico. "Nel nosocomio - conclude il sindacalista - oggi hanno tolto i 7 letti dell'area grigia per creare quelli mancanti, appunto 7, rispetto ai 35 dichiarati. Risultato? La scomparsa di un'area grigia e la presenza di pazienti Covid in un pronto soccorso aperto a tutti".

Fonte: Adnkronos

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, il Cimo sulle ispezioni ministeriali: "Visitati ospedali dove i posti sono in regola"

PalermoToday è in caricamento