Cronaca

Coronavirus, verso la riapertura di ville e giardini: dove si potrà andare con i bambini

Palazzo delle Aquile ha individuato le aree che intende aprire non appena ci sarà il via libera da Roma. L'orientamento è quello di consentire l'accesso ai più piccoli, ma anche ai runner. Ci sono anche il Giardino inglese e il Parco Uditore. La mappa per circoscrizione

L'area giochi di Villa Trabia

La fatidica "fase due" si avvicina e il Comune sta lavorando a un piano per gestire la riapertura. Sembra ormai quasi certo che nei prossimi giorni torneranno a spalancarsi i cancelli di ville e giardini pubblici. Almeno per i bambini con un accompagnatore. Una misura molto attesa, dopo settimane in casa. L'orientamento è quello di consentire l'accesso ai più piccoli, ma anche ai runner, per i quali verrebbe meno il vincolo di correre solo nei dintorni della propria abitazione (ma resterebbe il divieto di essere in gruppo).

Palazzo delle Aquile ha individuato le aree, circoscrizione per circoscrizione, che intende aprire non appena ci sarà il via libera del governo nazionale all'accesso delle famiglie con bambini. L'elenco è stato stilato al termine di un vertice con Rap, Reset, Ville e Giardini e Coime per pianificare le attività propedeutiche.

"In attesa che dal Governo nazionale arrivino indicazioni chiare, protocolli e procedure – dichiara il sindaco, Leoluca Orlando - il Comune si sta già attrezzando per la graduale e progressiva apertura dei propri spazi verdi. Lo faremo prioritariamente per le famiglie che hanno al proprio interno bambini e persone con disabilità, che più di altri hanno subito e subiscono le restrizioni imposte dalle misure contro il contagio".

Gli assessori Giambrone e Marino affermano “di ritenere tale servizio un fondamentale aiuto per consentire alle famiglie di far uscire i più piccoli per troppo tempo costretti a stare in casa.  Il movimento e lo sport saranno utili per consentire ai piccoli di riprendere la propria libertà all'aria aperta”.

Gli spazi individuati: 

1^ circoscrizione - Villa Giulia, Parco della Salute e Villa Garibaldi;
2^ circoscrizione - Villa Bennici e Centro Padrenostro;
3^ circoscrizione - Villetta di via della Giraffa;
4^ circoscrizione - Villetta di via Pitrè;
5^ circoscrizione - Zisa, Parco Uditore e area Centro Diurno Borgo Nuovo;
6^ circoscrizione - Villa Benvenuto Cellini, Città dei Ragazzi e Villa Niscemi;
7^ circoscrizione - Parrocchia San Filippo Neri;
8^ circoscrizione - Villa Trabia, Giardino Inglese, roseto di via Campania e via Campolo.

Il Comune sottoliena che il Parco della Salute, Parco Uditore e Centro Padrenostro saranno curati dagli stessi gestori "salvo che non richiedano un particolare aiuto da valutare caso per caso".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, verso la riapertura di ville e giardini: dove si potrà andare con i bambini

PalermoToday è in caricamento