menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cgil, Cisl e Uil denunciano: "Troppe violazioni dei decreti e lavoratori a rischio Coronavirus"

I sindacati hanno chiesto al prefetto un intervento immediato per monitorare la situazione e adottare le dovute contromisure: "E' più che mai urgente la convocazione di un tavolo permanente"

"In diversi luoghi di lavoro non si rispettano le direttive dei decreti ministeriali sulla sicurezza dei lavoratori". Lo denunciano Cgil, Cisl, Uil Palermo in una nota. I sindacati hanno chiesto stamattina al prefetto un intervento immediato per monitorare la situazione e adottare le dovute contromisure per garantire la massima tutelai.

"E' più che mai urgente la convocazione di un tavolo permanente - si legge nel documento frimato da Enzo Campo (Cgil), Leonardo La Piana (Cisl) e Gianni Borrelli (Uil) - . A destare grande preoccupazione è il mancato rispetto delle direttive dei decreti del presidente del Consiglio sul contrasto all’epidemia Covid-19 e del protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, condiviso tra Cgil, Cisl e Uil e le associazioni datoriali maggiormente rappresentative, con il patrocinio del governo".

"Chiediamo – scrivono Enzo Campo, Leonardo La Piana e Gianni Borrelli - di voler convocare con urgenza, anche valutando l’opportunità garantita dalla webconference, un incontro, al fine discutere e approfondire la condizione in cui versa il nostro territorio, con lo scopo di costituire un tavolo permanente finalizzato a coordinare tutte le iniziative e i controlli da mettere in atto per la salvaguardia, la salute e la sicurezza dei lavoratori in tutti i luoghi di lavoro”.

I segretari di Cgil, Cisl e Uil  chiedono “ particolare attenzione”  per le piccole e medie imprese, in modo tale da garantire la piena applicazione delle misure contenute nei citati decreti e accordi. “Chiediamo, altresì – aggiungono Campo, La Piana e Borrelli - di estendere la convocazione alle associazioni datoriali e a tutti gli enti preposti al rispetto delle suddette misure, nei limiti delle competenze di legge in capo a ciascuno di essi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento