Coronavirus, in Sicilia scoperti 70 nuovi contagiati: aumentano però i guariti (+35)

Sono 2.414 i tamponi validati nelle ultime 24 ore, il totale dei casi positivi sale a 2.302. Al momento restano ancora contagiate 1.967 persone (+25 rispetto a ieri), ci sono altri 10 morti. In provincia di Palermo 5 positivi in più

Un reparto di terapia intensiva il coronavirus - foto Ansa Filippo Venezia-2

Crescono i guariti (35, mai così tanti in un solo giorno), diminuiscono di conseguenza gli attuali positivi e resta costante il numero dei nuovi contagi. Questo in pillole il bilancio del bollettino emesso oggi dalla Protezione civile regionale sull'emergenza Coronavirus in Sicilia. Nelle ultime 24 ore sono stati validati 2.414 tamponi, i nuovi casi sono 70 (il 2,8%) che portano il totale a 2.302 persone trovate positive dallo sbarco dell'epidemia in Sicilia su 31.156 tamponi eseguiti. Secondo la Regione in provincia di Palermo ci sono appena 5 casi in più, che porterebbero il totale a 351. Ma sicuramente tra questi non sono stati conteggiati quelli che provengono dal focolaio della clinica Villa Maria Eleonora, e che sicuramente verranno inseriti nel report di domani. Gli attuali positivi invece passerebbero da 295 a 297.

Al momento sull'Isola restano ancora contagiate 1.967 persone (+25), 187 sono guarite (+35) e 148 decedute (+10). Degli attuali 1.967 positivi, 630 pazienti (+1) sono ricoverati - di cui 62 in terapia intensiva (-1) - mentre 1.337 (+24) sono in isolamento domiciliare.

Questa la divisione degli attuali positivi nelle varie province: Agrigento, 116 (0 ricoverati, 2 guariti e 1 deceduto); Palermo, 297 (70, 39, 15)#Caltanissetta, 102 (21, 5, 9); Catania, 570 (138, 47, 55); Enna, 281 (179, 16, 19); Messina, 356 (146, 24, 32); Ragusa, 53 (11, 4, 4); Siracusa, 92 (48, 34, 9); Trapani, 100 (17, 16, 4). Questo il quadro riepilogativo della situazione nell’Isola, aggiornato alle ore 17 di venerdì 10 aprile. (Tabella nuovi contagiati per provincia by Sicily Tech) 

La precisazione. Sul dato dei deceduti è opportuno specificare che questo viene assegnato alla provincia dove avviene il decesso. Se per esempio un paziente palermitano muore durante il ricovero all'ospedale di Caltanissetta, il decesso verrà contegiato alla provincia di Caltanissetta.

Nuovi contagiati per provincia-2

Rsa di Villafrati, decima vittima

Ancora una vittima della pandemia tra gli ospiti della casa di riposo di Villafrati. Una donna di 88 anni originaria di Marineo è deceduta stamattina nel reparto di Pneumologia dell’ospedale Civico. L’anziana signora, come per i precedenti nove casi, aveva un quadro clinico molto delicato e altre patologie per le quali il Coronavirus ha rappresentato un muro insormontabile.

Come leggere i numeri

I numeri vanno letti e interpretati, se si vuole davvero capire come evolve, in positivo o in negativo, un'epidemia. E si rischia di incorrere in particolare in un equivoco, che va spiegato. Quali sono i numeri che vanno analizzati per capire "come sta andando"? Sono prevalentemente due: i decessi, che sono il dato purtroppo più attuale e più correlabile quindi all'andamento della curva epidemica giorno dopo giorno. E poi il numero di casi totali, perché come detto è solo quello che dà conto di aumenti o diminuzioni nei contagi.

Ovviamente è molto importante per tutti anche il numero dei guariti, ma è un dato clinico, non epidemiologico: se ad esempio domani ci fossero 300 nuovi casi e guarissero tutti all'istante, facendo un'ipotesi estrema, pur essendo una splendida notizia non cambierebbe nulla sul piano della curva epidemiologica, che risulterebbe in salita di 300 casi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ecco perché il dato che più trae in inganno è quello degli "attualmente positivi". Molti fraintendendo lo considerano il numero dei nuovi contagiati del giorno, ma è evidente che non è così. Si tratta solo del "paniere" dei malati totali di Coronavirus a cui via via vengono sottratti i morti e i guariti. Dipende quindi non dal numero di persone che fisicamente il giorno prima sono state sottoposte a tampone e dichiarate positive, ma dagli altri due fattori, morti e guariti. Ed ecco perché si crea l'equivoco: se aumentano guariti e deceduti è inevitabile che calino gli "attualmente positivi", il che non vuol dire affatto che ci siano meno contagi oggi rispetto a ieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: scatta il coprifuoco dalle 23

  • Ordinanza di Orlando, divieti non solo in centro: "Ecco le strade dove non ci si potrà fermare"

  • Conte firma il nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata l'ordinanza di Musumeci

  • Regione, nuova stretta anti Covid: locali chiusi alle 23, dad nei licei e trasporti dimezzati

  • Piazza di Mondello, chiuso ristorante: "Bagno senza sapone e lavoratori in nero"

  • Le mosse anti Covid di Orlando: nessun coprifuoco ma divieto di sostare in strada

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento