rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca

Salta concorso a Catania: "Tanti siciliani hanno fatto marcia indietro per le strade piene di fango"

Le parole del deputato del Pd Carmelo Miceli che ha anche annunciato un'interrogazione alla Camera sull'organizzazione del concorso al quale dovevano partecipare anche tanti palermitani

"Strade chiuse o impraticabili, centinaia di siciliani costretti a rinunciare al concorso per 1541 posti a tempo indeterminato al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, dell'InL e dell'Inail che in Sicilia si tengono soltanto a Catania e Siracusa. Chiedo a questo punto che coloro che non sono stati nelle condizioni di raggiungere la sede delle prove vengano subito riammessi". Lo dice il deputato del Pd Carmelo Miceli che ha anche annunciato un'interrogazione alla Camera sull'organizzazione del concorso. Ieri 200 candidati sono rimasti bloccati al Maas di Catania, una delle sedi del concorso, allagato e al buio dopo il nubifragio. Numerosi i palermitani che avrebbero dovuto partecipare al concorso.

"Tanti altri - racconta Miceli - hanno dovuto fare marcia indietro per le strade piene di fango, altri ancora non hanno nemmeno tentato di raggiungere Catania o Siracusa per non correre pericoli. Al momento solo le prove di oggi sono state rinviate a giovedì 4 novembre, ma perchè non si è deciso di rimandare anche quelle di domani e di venerdì dal momento che, secondo le previsioni, il maltempo continuerà e le condizioni delle strade certamente non saranno migliori?".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salta concorso a Catania: "Tanti siciliani hanno fatto marcia indietro per le strade piene di fango"

PalermoToday è in caricamento