Cronaca

Rula Jebreal è cittadina onoraria di Palermo: "Condivide come noi il rispetto delle diversità"

Il sindaco Leoluca Orlando ha conferito il riconoscimento alla scrittrice italo-israeliana di origine palestinese "per la dedizione perseguita per la diffusione della parità di genere, nella denuncia di una piaga sociale sempre più radicata, da contrastare giuridicamente e intellettualmente, quale quella della violenza sulle donne"

Rula Jebreal, scrittrice italo-israeliana di origine palestinese, ospite dell’Inner Wheel e del Pool anti violenza, è da oggi cittadina onoraria di Palermo. Il riconoscimento le è stato conferito dal sindaco Leoluca Orlando nel corso di una cerimonia che si è svolta questa mattina a Palazzo delle Aquile, "per essere una intellettuale, scrittrice e docente universitaria, collaboratrice di testate internazionali tra le quali Cnn e New York Times, impegnata nella difesa dei diritti umani e nella promozione della cultura come strumento imprescindibile per la diffusione e affermazione dei principi di uguaglianza, inclusione e rispetto delle diversità, spesso con posizioni che hanno fatto discutere".

La cittadinanza è un riconoscimento "per una visione di società aperta e solidale, fondata sul rispetto e la parità di ogni vita umana, sul fondamentale valore della libertà individuale, respingendo ogni forma di abuso e discriminazione".


E ancora, "per la dedizione perseguita per la diffusione della parità di genere, nella denuncia di una piaga sociale sempre più radicata, da contrastare giuridicamente e intellettualmente, quale quella della violenza sulle donne, sottraendo a un devastante silenzio coloro che, private talvolta della vita, sono vittime di brutalità nel corpo e nell'anima" e come apprezzamento "per l’impegno profuso per l’affermazione della libertà, della giustizia e del rispetto dei diritti umani, valori condivisi e difesi da questa città".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rula Jebreal è cittadina onoraria di Palermo: "Condivide come noi il rispetto delle diversità"

PalermoToday è in caricamento