Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca Ciaculli

La Capitale della Cultura sbarca a Sanremo, Picciotto "canta" il riscatto di Palermo

Il rapper, 34 anni di Ciaculli, ha vinto l'ottava edizione del premio Musica contro le mafie e si è aggiudicato 15 mila euro. Sul palco di Casa Sanremo ha presentato il suo inedito "Capitale" che anticipa l'uscita dell'album

La consegna del premio a Picciotto a Casa Sanremo

La Capitale italiana della Cultura 2018 sbarca a Sanremo. Il rapper palermitano Christian Paterniti, in arte Picciotto, ieri ha presentato in anteprima sul palco del Teatro Ivan Graziani il nuovo singolo "Capitale". Un brano che racconta il riscatto sociale di Palermo, una città per troppo tempo vessata dal bollino di capitale della mafia che invece dovrebbe essere un esempio di interculturalità e di accoglienza. Un luogo, dove, come canta il testo della canzone, "potremmo essere un po' più felici ma dove pure il mare ha le sue cicatrici. Pare tu sia più bella guardata da fuori, io ti porto con me sei la mia ombra a colori".

Picciotto, nato e cresciuto a Ciaculli, ha vinto l'ottava edizione del premio "Musica contro le mafie", presententato a Casa Sanremo da Gennaro de Rosa, presidente del progetto, e Mauro Marino, ideatore di Casa Sanremo insieme a Vincenzo Russolillo. Si è aggiudicato 15 mila euro, cifra che servirà per organizzare un tour di concerti. "Un premio che ha voluto condividere - spiega a PalermoToday - con la città di Palermo e con tutti coloro che dalla campagna di crowdfunding ad oggi mi hanno sostenuto dandomi sostegno anche quando pensavo di 'levarci mano' viste le difficoltà di fare questo mestiere a Palermo". Durante la consegna della targa il rapper si è rivolgo ai giovani in sala per lanciare loro un appello: "E' il momento di alzare la testa. La mafia prima di tutto è un atteggiamento umano di prevaricazione, è tutto quello che ci fa scambiare un diritto sacrosanto per un favore da chiedere a qualcuno". La sua "ricoscruzione amara e perentoria dei fatti che hanno caratterizzato in negativo la storia del nostro Paese insieme alla sua capacità di vedere le cose positive" hanno conquistato la giuria del premio.

Il nuovo singolo, che anticipa l'uscita dell'album, sarà protagonista anche del cartellone di Palermo Capitale della Cultura: è prevista a marzo la presentazione in anteprima del videoclip che accompagna il brano. Picciotto, 34enne e papà di due figli, è in prima fila nei quartieri difficili della città per fare del rap uno strumento di riscatto e cantare in rima le difficoltà e il degrado vissuto da molti di loro, è al lavoro anche con il Dipartimento educazione di Manifesta12, la Biennale nomade di arte contemporanea che partirà a giugno. E' convinto che fare antimafia significhi impegnarsi nel sociale: "Bisogna - afferma - puntare tutto sul noi, sulla partecipazione alla vita sociale".


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Capitale della Cultura sbarca a Sanremo, Picciotto "canta" il riscatto di Palermo

PalermoToday è in caricamento