Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

"Piove e la strada è pericolosa": chiusa una parte della "via del Mare" a Cinisi

Vietato accedere in auto o moto in via Pio La Torre, la parte alta l'arteria stradale che collega corso Umberto con la spiaggia. Il motivo? L'Enel ha passato dei cavi e la via non è sicura: la pioggia ha riaperto gli scavi che erano stati ricoperti con la terra

Non c’è pace per la via Pio la Torre, strada nota come “via del Mare”, a Cinisi: quando piove diventa un torrente e dunque un ambiente inospitale per le auto. È quello che è successo per l’ennesima volta ieri. L'arteria, che collega corso Umberto con la spiaggia, è stata chiusa dal passaggio al livello sino al semaforo. "Dato che piove la strada è pericolosa - spiega a PalermoToday il comandante dei vigili Tommaso Chirco che ha emesso un'ordinanza di chiusura - perchè l'Enel questa settimana ha passato dei cavi lungo la strada (serviranno per evitare che i black out che si sono verificati quest'estate possano ripetersi), gli operai della ditta che sta realizzando il cantiere hanno ricoperto gli scavi che ospitano le tubature con la terra ma la pioggia l'ha spazzata via creando una situazione di pericolo".

Invece di migliorare la situazione si aggrava e la sicurezza dei cittadini è sempre più a rischio. "Per cercare di risolvere le criticità il prima possibile - continua il comandante - oltre ad emettere l'ordinanza di chiusura stiamo facendo lavorare gli operai della ditta sotto la pioggia". I lavori della strada sono iniziati nel 2010 ed, stando a quanto dichiarato dal sindaco Giangiacomo Palazzolo, entro l'anno dovrebbero essere completati. Sette anni di lavori non sono pochi: alcuni commercianti che hanno lì le loro attività sono esasperati. Non è la prima volta infatti che la strada viene chiusa. Circa un mese fa, è stata in parte recintata perchè l'asfalto ha ceduto. 

"Cinisi è il paese dei fossi dove le macchine sprofondano - afferma Loredana Safina, proprietaria del ristorante Vitina - in una strada dove sono stati spesi milioni di euro ma che al momento è peggio di una trazzera. Noi commercianti non possiamo certo chiudere le attività perchè dobbiamo pagare lo stipendio del personale e dall'altro lato non si valuta nessuna soluzione per venirci incontro. Dobbiamo fare causa al Comune e far pagare i contribuenti? Noi non ne abbiamo voglia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso del 2017 lungo la strada sono stati realizzati i lavori alla fognatura, sono stati pavimentati i marciapiedi e sono stati anche piantati gli alberi. Per percorrere la via, lunga mille e 600 metri, nei giorni di pioggia però l'automobile non è il mezzo di trasporto giusto: barche, canoe e tavole da surf sono decisamente più adatte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Piove e la strada è pericolosa": chiusa una parte della "via del Mare" a Cinisi

PalermoToday è in caricamento