Carini, concluso il laboratorio di scrittura presso l’istituto comprensivo Renato Guttuso

In libreria da stamattina il volume di Antonio Fundarò e Titti Concetta Cancelliere. Un intervento metodologico, didattico e pedagogico per insegnare il gusto del bello e l’anelito alla piacevolezza dei sentimenti puri

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Finalmente in libreria, il pregevole volume “Laboratorio di Sentieri di scrittura emozionale e creativa. Poesie da drammatizzare per sognare e per conoscersi” di Antonio Fundarò e Titti Concetta Cancelliere, distribuito da Le Messaggerie di Milano, frutto dell’impegno didattico di un intero semestre all’interno del laboratorio avviato all’Istituto Comprensivo Renato Guttuso di Carini (Pa). Il volume, collocato all’interno della pregevole collana editoriale “La speculazione poetica e l’Assoluto”, diretta dallo stesso prof. Antonio Fundarò, rappresenta un unicum nel panorama della didattica “creativa ed emozionale” cui lavora, ormai da decenni, con successo, il prof. Antonio Fundarò, poliedrico docente già titolare, per diversi anni, dell’insegnamento del “Laboratorio di Scrittura Italiana” alla facoltà di Lettere e Filosofia, dell’Università degli Studi di Palermo, e, adesso, nella stessa università docente di “Storia della Filosofia contemporanea” al corso di laurea in “Scienze e tecniche psicologiche”. Il volume, come anticipato prima, è il risultato di un sensazionale intervento didattico che ha coinvolto i due docenti, Titti Cancelliere e Antonio Fundarò, nel prestigioso Istituto Comprensivo “Renato Guttuso” di Carini, al centro, in questi ultimi di tre anni, di un intenso dibattito pedagogico volto al rinnovo del tradizionale approccio metodologico e didattico ai saperi. Nello specifico, il volume, finemente curato editorialmente, il cui plauso va, senza dubbio, alla casa editrice Lampidistampa, raccoglie, senza tralasciare nulla, l’intervento didattico reso possibile in un laboratorio attivato grazie al “Programma Operativo Nazionale 2014/2020 - 1953 del 21/02/2017 – FSE Competenze di base, denominato “Star bene a scuola insieme”, in cui hanno operato sia il prof. Antonio Fundarò che l’insegnante dottoressa Concetta Titti Cancellieri. Come scrive, nella prefazione, il dirigente scolastico, la professoressa Anna De Laurentiis «Grazie alle potenzialità infinite dei ragazzi, i docenti hanno fatto emergere le emozioni, le paure trasmettendo al lettore l’entusiasmo e l’intraprendenza necessari per superare ogni difficoltà. Il laboratorio di scrittura creativa ha fatto comprendere agli alunni che la scuola non è una “gabbia” ma il luogo dove si possono superare le ansie e le paure. Anzi diventa lo spazio migliore per il confronto e le condivisioni. Cari ragazzi, siete pronti? L’esperto Prof. Antonio Fundarò vi ha già condotti in questa bella avventura e, con vivace maestria, vi ha permesso di sentire vibrare, dentro ciascuno di voi, l’io autentico e la vera voce dell’anima». Vibrazioni che, talvolta, la scuola è incapace di trasmettere e di provocare. In volume, diviso in più sezioni di approfondimento, è certamente un’utile guida didattica, metodologica e pedagogica, per quanto vorranno, tra i docenti, andare oltre il più facilitato quotidiano immutabile delle cose. Pregevole le sezioni “Il laboratorio come spazio migliore per il confronto e le condivisioni” del DS Anna De Laurentiis; l’Introduzione “Laboratorio di scrittura creativa. Descrizione dell’esperienza” di Titti Concetta Cancelliere; “Perché un laboratorio di “sentieri di scrittura emozionale e creativa” di Antonio Fundarò; “Scrivere una poesia” di Antonio Fundarò; e, infine, quella dedicata ai ”Lavori creativi… perché scrivere rende liberi… e capaci di leggere il mondo criticamente…” con una grande attenzione ai “Giochi linguistici e letterari” come l’acrostico, il tautogramma, l’Abbecedario Abc, l’anagramma, il calligramma, l’anàfora e il Limerik. I lavori degli studenti meritano tutti una particolare attenzione ed è per questo che vengono riportati quasi tutti all’interno del volume. Un grazie in tal senso l’esperto e il tutor del progetto l’hanno voluto esprimere a: Aronica Sofia Adelaide, Baiamonte Giulia, Bonura Giada, Carioti Giorgio Maria, Cascio Giuseppe Antonio, Cipolla Aurora, Chilà Aurora, Conigliaro Rosario, Crucillà Antonino, D’accardo Alessia, Ferrante Nadia, Garofalo Denise, Genova Mattia, Giambanco Salvatore, Giambona Sofia, La Mantia Gabriele, Lo Duca Alberto, Machado Gabriele, Maltese Serena, Mastrilli Anita, Mazzola Samuele Gaetano, Mosca Gabriele, Palmisano Sara e Vancheri Elisa. Tutti meritevolmente inseriti in questa chicca editoriale d’inizio anno.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento