Cronaca

Si rompe un tubo in via Giafar: canile senza acqua da due giorni

Volontari e operatori avviliti, cani sulla cacca e pipì, secchi d'acqua vuoti. Con le cisterne a secco gli operatori sono riusciti a pulire con scopa e paletta. Nella struttura sono ricoverati oltre 200 cani. Il Comune predica pazienza

Si rompe un tubo in via Giafar e il canile municipale resta senza acqua. Risultato: box in condizioni impresentabili, cattivi odori, animali sporchi. A causa del recente guasto all'impianto idrico della zona negli ultimi dieci giorni l'unico rifornimento è stato garantito attraverso le autobotti comunali. Ma da giovedì i cani sono rimasti "a secco" e i volontari hanno dovuto chiamare un mezzo privato a loro spese. A quanto pare il problema si è proposto nelle due aree a canile, in via Tiro a Segno, dove c'è la sede storica e l’ex macello.

"Il problema fondamentale è che il Comune non ha avvisato il canile - spiegano le associazioni - nonostante a quanto pare tutti fossero a conoscenza del guasto". Una situazione al limite dell'assurdo. Volontari operatori avviliti, cani sulla cacca e pipì, secchi d'acqua vuoti. Con le cisterne a secco gli operatori sono riusciti a pulire con scopa e paletta. Nella struttura dell'ex Macello sono ricoverati oltre 200 cani. Ieri il salvagente è arrivato dall'associazione animalista Ada che ha messo mano al portafoglio e ha acquistato l'acqua da un privato.

Il Comune intanto predica pazienza. E' il momento di stringere i denti. I volontari hanno contattato l'amministrazione e hanno avuto l'assicurazione che l'acqua arriverà non prima di lunedì. Ma per quel giorno è arrivata la garanzia. "Dall'assessorato ci hanno assicurato che il canile avrà finalmente l'acqua - dice una giovane volontaria -. O con le autobotti o a mano con i bidoni...".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si rompe un tubo in via Giafar: canile senza acqua da due giorni

PalermoToday è in caricamento