Torneo di caccia a scopo benefico, Rizzo: "Polemica assurda, mondo venatorio sensibile ad attività benefiche"

Il caso di Caccamo. Il presidente di "Artemide caccia e ambiente": "Mai avrei pensato che certi "animal-ambientalisti" potessero fare una petizione per l'abbattimento di qualche quaglia di allevamento piuttosto che sostenere una causa sociale e benefica"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Polemiche e imbarazzo a Caccamo per un torneo di caccia a scopo benefico. Sull'argomento interviene Giovanni Rizzo, presidente di "Artemide caccia e ambiente".

"Mi sento - afferma Rizzo - di spezzare una lancia a favore di Antonio Tomaio, un ottantenne che ancora ha la voglia, l'entusiasmo e la sensibilità di organizzare questo genere di manifestazioni benefiche sfruttando la sensibilità del mondo venatorio per aiutare questa associazione che si occupa della leucemia infantile. Mai e poi mai avrei pensato che certi "animal-ambientalisti" potessero fare una petizione preoccupandosi più dell'abbattimento di qualche quaglia di allevamento piuttosto che sostenere una causa sociale e benefica. Li invito dunque a partecipare e a dare un loro contributo economico per un gesto così nobile".
 

Torna su
PalermoToday è in caricamento