Cronaca Boccadifalco / Via Bologni

Boccadifalco, bimbe disabili senza assistenza: mamme a scuola per farle andare in bagno

Il disservizio nell'Istituto comprensivo Mantegna Bonanno dove da più di un mese l'assistente igienico personale è in malattia. Una mamma: "Dal Comune ci hanno proposto di far seguire le nostre figlie da un assistente uomo, non ci sembra una scelta corretta". Nicola Arduino (FI): "L'assessore si dimetta"

L'ingresso della scuola in via Bologni

Da più di un mese, nella sede di via Bologni, a Boccadifalco, dell'Istituto comprensivo Mantegna Bonanno manca l'assistente igienico personale. Per tre bambine disabili è quindi impossibile andare in bagno e mangiare, e di conseguenza frequentare giornalmente le lezioni. "L'assistente è in malattia - racconta a PalermoToday Domenica Buccheri, mamma di una delle bambine - per un infortunio al ginocchio, i collaboratori scolastici e l'insegnante di sostegno non si prendono la responsabilità di accompagnare mia figlia in bagno e se la porto a scuola, puntualmente devo fare avanti e indietro da casa perchè mi chiamano ogni volta che ha bisogno di assistenza".

Domenica Buccheri è la mamma di una bambina di 8 anni iperattiva con la legge 104 che deambula ma ha bisogno di assistenza per mangiare e andare al bagno. Nella scuola primaria ci sono altre due bambine disabili con le stesse necessità. Da settembre tutte e tre le bimbe sono seguite, a fasi alterne, dall'assistente ora in malattia. "I disagi - continua la mamma - sono cominciati all'inizio dell'anno: non è la prima volta che l'assistente si assenta. Già lo scorso ottobre io e le altre mamme siamo andate in Comune per segnalare il problema e chiedere aiuto e da allora la scuola più volte ha provato a mettersi in contatto con l'assessorato ma ancora non è stata trovata nessuna soluzione". L'unica proposta arrivata dall'assessore Giovanna Marano non convince per niente le mamme: "Ci hanno detto che a seguire le nostre bambine poteva essere un assistente uomo, che presso la stessa scuola segue già un bimbo, ma non ci sembra una scelta corretta".

"Chiedo - afferma Nicola Arduino, coordinatore della quarta circoscrizione di Forza italia - le dimissioni dell'assessore. Non escludo una denuncia alla Procura del Tribunale dei minori dove potrebbe prefigurare un abuso nei confronti della famiglia e del minore, al quale, senza l’assistente per tutte le ore di cui ha bisogno, viene impedito di frequentare la scuola con gli stessi diritti degli altri". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boccadifalco, bimbe disabili senza assistenza: mamme a scuola per farle andare in bagno

PalermoToday è in caricamento