Cronaca Uditore-Passo di Rigano

La denuncia degli assistenti amministrativi: "Lavoriamo in condizioni insostenibili"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Come assistenti amministrativi di Palermo e provincia delle segreterie scolastiche denunciamo la sempre più difficile condizione lavorativa in cui versiamo da diversi anni a questa parte, che purtroppo peggiora progressivamente, a causa in primis dei gravi tagli agli organici mentre sempre più numerosi adempimenti amministrativo-contabili con scadenze a volte impossibili vengono assegnati alle segreterie delle scuole. Trasferimento di adempimenti frutto di una prosecuzione di qualcosa iniziato qualche anno fa con l’attribuzione “dell’autonomia alle scuole”, in virtù della quale però sono stati di fatto scaricati e/o si vogliono scaricare alle scuole e in particolare al personale assistente amministrativo responsabilità e adempimenti sempre più complessi (pensioni, Tfr/Tfs/Passweb, ricostruzioni di carriera su sentenza, reclutamento, organici, procedure di acquisti sempre più complesse, Pon, Progetti d’istituto… fino al Pnrr), la cui non lavorazione pone conseguenze gravi per il suddetto personale per nulla tutelato. Ma a che prezzo?

Nessuno prende in considerazione la categoria degli assistenti amministrativi, figli di nessuno, soli, a sbattersi la testa, e non solo, per affrontare problematiche e lavorare pratiche che innanzitutto, secondo il profilo e il livello contrattuale non competono alla categoria, e che sono trasferite peraltro senza che venga fatta alcuna formazione, lasciati allo sbando nel cercare di relazionarsi con enti, Usr, Usp, Inps, dirigenti, sindacati, senza avere mai una risposta concreta, nulla, il silenzio più totale da parte di tutti, ma solo l’obbligo, non previsto per legge peraltro, vedi per esempio la questione di Passweb, di dovere, pena sanzioni, lavorare pratiche non di competenza e ripetiamo senza alcuna formazione.

Tutti gli uffici periferici ministeriali sono di fatto e saranno smantellati e i nodi verranno e vengono già al pettine. Quando tutto esploderà forse qualcuno forse si renderà conto che così non può funzionare? Nei prossimi tempi si svilupperà di fatto un enorme contenzioso, a causa delle possibili denunce, per pratiche delicate che le segreterie, tagliate gravemente negli organici e sottoposte anche al divieto di chiamare i supplenti in caso di assenze del personale, non possono fare, non devono fare ma sono invece obbligate a fare da sole a rischi di gravi errori e inadempienze. Si cercherà di scaricare la colpa dei disservizi sulle scuole e di fatto sull’ultima ruota del carro, il personale di segreteria “ignorante” e/o “irresponsabile”.

Chiediamo pertanto un incontro urgente al ministro Valditara, al direttore generale dell'Urs Sicilia e al dirigente dell'Usp di Palermo, così anche al direttore dell'Inps di Palermo al fine di risolvere probelmaticche che ogni giorno diventano sempre più gravi a partire da: il mancato grave potenziamento dell’organico di diritto del personale assistente amministrativo anche a fronte dell’aumento considerevole dei carichi di lavoro e delle responsabilità; la mancata stabilizzazione degli assistenti amministrativi che lavorano da anni con contratti a tempo determinato su posti vacanti; la mancata abrogazione della norma contenuta nella Legge di Stabilità 2015 che vieta la sostituzione del personale amministrativo e tecnico; l’annullamento dello svolgimento di procedure che non sono di competenza secondo il profilo professionale e la normativa vigente del personale assistente amministrativo ma di competenza di altri enti, vedi in particolare Inps con Passweb che ha di fatto scaricato alle scuole il gravoso e difficile lavoro delle pensioni, del Tfs e in particolare del Tfr già reso un obbligo da gennaio 2023, senza rendersi conto, con l’oggettiva collaborazione purtroppo del M.I. e degli Usr, che il personale amministrativo non ha peraltro alcuna formazione in merito. Si disattende peraltro l’articolo 14 del Dpr 275/1999, che recita "le istituzioni scolastiche utilizzano esclusivamente il sistema informativo del ministero della Pubblica istruzione…”. Il programma Passweb dell’Inps non è un sistema informativo del ministero della Pubblica istruzione, ma è un sistema esclusivamente utilizzato dall’Inps. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La denuncia degli assistenti amministrativi: "Lavoriamo in condizioni insostenibili"
PalermoToday è in caricamento