Cronaca

L'assessore vuole tagliare i mercatini rionali: "Sono troppi"

Marco Di Marco, che ha la delega alle Attività produttive, annuncia la dolorosa sforbiciata. Palermo è la città italiana che ha il record per quantità di mercati sul suolo pubblico: 26. L'obiettivo è di ridurli anche per contrastare il fenomeno dell'abusivismo

Palermo si prepara a perdere il suo record. Quello cioè della città italiana con più mercatini. L'assessore comunale alle Attività produttive Marco Di Marco prende le forbici: obiettivo tagliare. E sarà una sforbiciata dolorosa per l'esercito di venditori ambulanti, che ogni giorno assiepano i bazar di Palermo. Ventisei mercatini in città ogni settimana: decisamente troppi per l'assessore. L'obiettivo è di ridurli anche per contrastare il fenomeno dell'abusivismo: una piaga difficile da estirpare. Ma la decisione di tagliare è dettata anche da un altro aspetto, la valorizzazione dei mercati storici.

"Bisogna cominciare a ragionare su come diminuire il numero dei mercatini", ha ammesso al Giornale di Sicilia l'assessore Di Marco. Un argomento delicato, lo sa anche lui. Il Comune vuole abbattere i costi. E i mercatini incidono sulle casse di Palazzo di Aquile. Basti pensare alle transenne, alla pulizia del manto stradale, oltre al notevole spiegamento di forze (gli uomini della polizia municipale).

La prossima settimana intanto sbarcherà a Sala delle Lapidi il Pgtu (Piano urbano generale per il traffico). Da lì in avanti si farà sul serio. Ma prima di arrivare in Consiglio comunale, l'argomento verrà affrontato nelle circoscrizioni. I primi a saltare sarebbero quelli di viale Campania, via Cirrincione, via Libero Grassi e via Pecori Giraldi (a Brancaccio).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'assessore vuole tagliare i mercatini rionali: "Sono troppi"

PalermoToday è in caricamento