Coronavirus, Amap apre allo smart working: "Sì al lavoro da casa sino al 2 marzo"

Una disposizione di servizio dell'amministratore unico Alessandro Di Martino punta ad agevolare i dipendenti assegnati a settori non operativi con figli in età di scuola dell'obbligo. Terrani (Italia Viva): "Decisione che andrebbe estesa a tutte le altre partecipate"

Dopo i casi di contagio da Coronavirus, l'Amap apre le porte dello "smart working" ai dipendenti assegnati a settori non operativi con figli in età di scuola dell’obbligo. Lo prevede una disposizione di servizio dell'amministratore unico della società, Alessandro Di Martino, che intende "agevolare i dipendenti rispetto alle difficoltà organizzative collegate alla chiusura fino al 2 marzo degli istituti scolastici".

"Ritenuto che la soluzione di carattere eccezionale che si è allo stato individuata è quella di consentire alla platea dei potenziali interessati, in presenza di impegno lavorativo dell’altro genitore, di consentire il lavoro da casa attraverso apparecchiature informatiche in proprio possesso fino a giorno 2 marzo, ciò in esito alle necessarie verifiche di concreta fattibilità e, comunque, secondo modalità da stabilire con i propri responsabili di servizio" scrive l'amministratore unico, che "invita i dipendenti che si trovano nelle sopra indicate condizioni a manifestare il proprio interesse inviando una mail all'indirizzo aziendale info@amapspa.it".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ritengo sia importante la decisione dell'amministratore unico di Amap di agevolare i dipendenti consentendogli di lavorare da casa - dichiara Sandro Terrani, capogruppo di Italia Viva al Consiglio comunale - vista l'emergenza in cui si è venuta a trovare la città per la temporanea sospensione delle lezioni fino al 2 marzo compreso. Decisione che dovrebbe essere estesa dal sindaco per tutte le altre società partecipate e per indipendenti in genere dell'amministrazione comunale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stretta anti covid, ecco l'ordinanza: mascherine all'aperto, divieto di stazionare in strada

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

  • Reddito di cittadinanza, per il mese di sospensione potranno essere chiesti i buoni spesa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento