Lunedì, 26 Luglio 2021
Cronaca Libertà / Via Pasquale Calvi

Gli sequestrano lo scooter e aggredisce i poliziotti: arrestato in via Calvi

In manette un ventinovenne, protagonista di una colluttazione con gli agenti: era intervenuto per difendere il cognato, fermato per un controllo al posto di blocco in piena notte

Polizia in via Calvi - foto archivio

Resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale: con queste accuse la polizia la scorsa notte, in via Pasquale Calvi, ha arrestato un palermitano di 29 anni (V.M. le iniziali). E' successo intorno alle 2.30, quando gli agenti dell’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico hanno sottoposto a un controllo un giovane che viaggiava in sella a un ciclomotore.

"Nel corso degli accertamenti - raccontano dalla questura - è emerso che il ragazzo fermato non era in possesso di patente di guida. Sul posto sono arrivati alcuni suoi parenti, tra cui anche il cognato, V.M., proprietario del motoveicolo. Questi, dopo aver appreso che il mezzo di sua proprietà sarebbe stato sottoposto a fermo amministrativo è andato in escandescenze". Inutili tutti i tentativi di riportarlo alla calma.

Dalla questura aggiungono: "Ancora più violento si è fatto il suo atteggiamento quando ha saputo che oltre al fermo amministrativo dello scooter era scattata una multa di 5 mila euro. Il ventinovenne è salito improvvisamente in sella al suo scooter cercando di metterlo in moto". A questo però i poliziotti lo hanno bloccato, ma il giovane dopo essere sceso dalla sella, si è avventato contro gli agenti con violenza: ne è nata così una colluttazione, al termine della quale V.M. è stato arrestato per i reati di resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli sequestrano lo scooter e aggredisce i poliziotti: arrestato in via Calvi

PalermoToday è in caricamento