Giovedì, 29 Luglio 2021
Sport

Zamparini: "Tedino non è in discussione, col Cittadella il pari può andare bene..."

Il patron conferma il tecnico e crede ancora nella promozione diretta: "Ma voglio iniziare a vederci chiaro perché stiamo subendo troppi infortuni quest’anno, forse per colpa di una preparazione non ottimale"

Maurizio Zamparini

"Ho già ripetuto da settimane che Tedino non è in discussione". Così Maurizio Zamparini - contattato da PalermoToday - conferma l'allenatore dopo lo scialbo pareggio a Cittadella. Il terzo "x" consecutivo condanna i rosa al quarto posto in classifica perché arriva in contemporanea con le vittorie di Frosinone e Parma. Deluso, ma per nulla scoraggiato Zamparini. “Le squadre che stanno davanti - ha poi aggiunto l’imprenditore friulano al sito ufficiale - sono sicuramente alla nostra portata. Ho parlato con i miei giocatori e sono consapevoli del fatto che possono giocarcela con chiunque. Certo, bisognerebbe avere il colpo della dea fortuna così come ieri è accaduto al Frosinone che ha vinto la partita negli ultimi 5 minuti. Loro ci riescono, noi no. Ieri - confessa -  c’è stato un minimo di reazione, non era semplice giocare in un campo ostile come quello del Cittadella”.

Una partita chiaramente condizionata dagli infortuni che hanno colpito gli uomini di Tedino nell’immediato pre gara e nei primissimi minuti del match. “Se penso alle disgrazie di ieri - dice Zamparini al sito del Palermo - il pareggio potrebbe anche andarci bene.  Voglio iniziare a vederci chiaro perché stiamo subendo troppi infortuni quest’anno. Forse per colpa di  una preparazione non ottimale e per fortuna che abbiamo cambiato qualcosa nello staff tecnico per correre ai ripari. Vedremo come uscire da questa situazione difficile, ora mancheranno anche Jajalo e Gnahoré. La fortuna non è dalla nostra parte, però sono convinto che il secondo posto sia ancora alla nostra portata. Chiaramente non dobbiamo più permetterci di sbagliare”.

Palermo che dunque non dovrà più commettere errori già dal prossimo impegno di sabato al Renzo Barbera contro l’Avellino. Un match delicato in cui Tedino dovrà sicuramente fare a meno dei due diffidati Gnahorè e Jajalo. “Chi giocherà al loro posto dovrà  metterà a disposizione un polmone in più  per fare risultato. Dobbiamo vincere, assolutamente vincere, vorrei che i giocatori scendessero in campo tranquilli. Adesso - conclude - è il momento di dimostrare sul campo il reale valore di questi ragazzi”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zamparini: "Tedino non è in discussione, col Cittadella il pari può andare bene..."

PalermoToday è in caricamento