menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Boscaglia

Boscaglia

Non basta l’uomo in più, il Palermo con la Vibonese non sfonda e finisce 0-0

Nonostante la mezz’ora in superiorità numerica i rosanero non riescono a superare il muro dei calabresi. Boscaglia non riesce a trovare continuità, e ora arriva il Bari

Continuo sì, ma nel suo essere altalenante. Se Boscaglia cercava conferme dopo il successo con la Casertana, dopo questo sedicesimo turno di campionato invece il tecnico rosanero sarà costretto a tornare da Vibo Valentia con un altro verdetto: questo Palermo continua a oscillare fra intensità e tenuità. Allo stadio Luigi Razza i rosanero non vanno oltre lo 0-0 portando a casa un punto che non può non avere il sapore di occasione sprecata se si considera che la Vibonese ha giocato per più di mezzora con l’uomo in meno. Il Palermo ci prova (neanche troppo) ma non la sblocca, forse, così come a Foggia anche oggi è mancata l’esplosività di Rauti dal primo minuto. E mercoledì arriva il Bari, che intanto nel pomeriggio ha rifilato quattro gol all’Avellino in soli 45’ di gioco. 

Boscaglia conferma Lucca unica punta, ma il suo 4-2-3-1 è pieno di novità: Lancini sostituisce lo squalificato Marconi, mentre Luperini scala in avanti al posto di Rauti spianando così la strada a Broh a centrocampo al fianco di Odjer. L’undici disegnato dal tecnico rosanero ricorda vagamente l’esperimento negativo di Foggia, quando ai rosa mancò soprattutto l’esplosività di Rauti nella trequarti avversaria. E infatti la sensazione iniziale è che sia una squadra prudente quella atterrata allo stadio Luigi Razza, perlomeno nei primi 25’ di gioco. Passi indietro dunque rispetto a quanto visto domenica scorsa con la Casertana, quando invece il Palermo aveva iniziato fin dalle primissime battute con intensità e concretezza. La prima (e unica) vera occasione di questa prima frazione di gioco si materializza al 23’ con un colpo di testa di Lucca su un ottimo invito di Valente. E' attento però l’ex portiere della primavera Marson. 

Nonostante le poche occasioni create, Boscaglia insiste sull’undici titolare lasciando in panchina per i primi 15 minuti della ripresa,  pedine offensive che tanto bene hanno fatto nelle precedenti apparizioni. Kanoutè prova a dare ragione al proprio tecnico dopo neanche 5’ dalla ripresa, quando in seguito ad un personalissimo spunto si ritrova a tu per tu con Marson vedendosi però negare la gioia del gol. Poi il via alla danza dei cambi: fuori Lucca, Broh e Valente, dentro Saraniti, Rauti e Floriano, mentre i padroni di casa si affidano al talento del giovane numero 9 La Ragione. Ma per mister Galfano però la beffa è dietro l’angolo: Statella (uno dei migliori della Vibonese) si becca due gialli nel giro di pochi minuti lasciando i propri compagni in inferiorità numerica per l’ultima mezz'ora di questa partita. Eppure il Palermo fatica a imporsi sugli avversari, così Boscaglia si gioca il tutto per tutto mandando in campo anche il giovane Silipo al posto di Kanoutè. La Vibonese rischierà anche di andare in vantaggio con un tiro al volo di La Ragione neutralizzato da un attentissimo Pelagotti. Nel finale ci prova anche Rauti con una violentissima conclusione dalla distanza, vola Marson. Ma l'occasione più clamorosa arriva a pochi istanti dal triplice fischio con Saraniti, che non trova però la più classica delle reti: quella dell'ex. 

Il tabellino di Vibonese-Palermo 

Marcatori:

VIBONESE: Marson, Mahrous, Rasi, Redolfi (C.), Sciacca, Berardi (58’ Vitiello), Ciotti (58’ La Ragione),Tumbarello, Statella, Laaribi, Plescia (83’Parigi). All. Galfano.

A disposizione: 1 Mengoni, 7 Spina, 8 Prezzabile, 9 La Ragione, 13 Falla, 15 Leone, 16 Ambro, 17 Di Santo, 19 Parigi, 23 Montagno, 25 Vitiello, 26 Mancino.

PALERMO: Pelagotti 6; Accardi 6, Somma 6, Lancini 6, Crivello (C.) 5,5 (78’ Corrado); Broh 5,5 (66’ Rauti), Odjer 5,5; Kanoute 5,5(78’ Silipo), Luperini 5, Valente 5,5(65’Floriano); Lucca 6 (54’ Saraniti) All. Boscaglia.

ARBITRO: Gino Garofalo (Torre del Greco).

Note – Ammoniti: Redolfi 43’; Statella 54’- 60’ ; Saraniti 86’. Espulsi: Statella


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento