menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Punizione di Ronaldo nell'ultimo Juventus-Inter - foto Ansa

Punizione di Ronaldo nell'ultimo Juventus-Inter - foto Ansa

Palermo pronta a ospitare la Serie A, Orlando dice sì: "Idea accattivante"

Il progetto prende forma: l'obiettivo è quello di ospitare in sicurezza la ripartenza del campionato nelle zone vicine al contagio zero. Ovvero: Palermo, Napoli e Bari. Sindaci tutti d'accordo: "Giusto ricominciare"

Palermo si candida per ospitare la Serie A, se si dovesse tornare a giocare, e quindi completare la parte finale del campionato (mancano 12 giornate più alcuni recuperi). La decisione del Governo è attesa nei prossimi giorni. Il progetto è quello di ospitare in sicurezza la ripresa del campionato nelle zone vicine al contagio zero. Ovvero: Palermo, Napoli e Bari, le tre grandi città del Sud coinvolte nel piano di ripartenza del calcio. Il progetto già ventilato nei giorni scorsi, come spiega oggi la Gazzetta dello Sport, sta prendendo forma. Un bel calcio al Coronavirus dopo i due mesi di lockdown.

E anche il sindaco Leoluca Orlando ha accolto con il sorriso l'idea studiata dai vertici del calcio italiano. "La cosa suscita emozioni contrastanti. Da parte della città di Palermo c'è massima disponibilità, la società che oggi gestisce lo stadio sarebbe felice - ha detto il sindaco alla rosea -. L’idea, in attesa che torni in alto il Palermo, è accattivante, ma gli stadi vuoti ci portano a emozioni negative come quelle che stiamo vivendo col Covid". Si inizierebbe dopo la prima metà di giugno e sarebbe come un torneo estivo di lusso. Ma con punti "pesanti", perché nell'ultimo spicchio di campionato si deciderebbero scudetto, piazzamenti in Champions ed Europa League e le retrocessioni. E' tutto in ballo con tante squadre a giocarsi il loro futuro.

La Gazzetta ha dato spazio anche agli altri due sindaci, quelli di Napoli e Bari. E sia De Magistris che De Caro si sono detti pronti a ospitare la Serie A. "Giusto giocare in sicurezza", hanno detto in coro. Le squadre resterebbero in ritiro con gli staff ridotti all'osso e nessun contatto con l'esterno fino ai primi di agosto, periodo in cui si dovrà con ogni probabilità concludere il campionato per far ripartire le coppe europee interrotte a metà marzo. La palla adesso passa al Governo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento