Sport

Il Palermo dei record si inchina alla bestia nera Carpi: 1-2 al Barbera

Venti partite dopo crolla l'imbattibilità dei ragazzi di Iachini. Questa volta Candussio non c'entra: complice anche un avvio sbagliato e l'espulsione di Vazquez, i rosa vengono battuti in casa con un gol decisivo di Pasciuti: illusorio il pareggio di Bolzoni

Il Palermo inseguiva il record della Juventus, ma 20 partite dopo si deve inchinare ancora una volta al Carpi. Stranezze di un campionato lunghissimo, ormai agli sgoccioli, capace anche di regalare risultati a sorpresa. Più forti le motivazioni degli emiliani. Questa volta Candussio non c'entra. Il Palermo, svagato come non mai, ha costruito le sue occasioni, ha giocato 45 minuti in inferiorità numerica, ma non è stato pratico come tante altre volte e pagato le sbavature difensive. Non hanno brillato invece i rincalzi scelti da Iachini, che ha premiato alcuni "gregari" meno impiegati quest'anno. Migliore in campo Jerry Mbakogu, una freccia conficcata sul fianco rosanero

L'inizio di Barreto e compagni è da incubo perché il palermitano Di Gaudio, forse il più motivato tra i 22 in campo, entra in area e Stevanovic lo sgambetta. Rigore netto che Mbakogu, ex Primavera rosa, trasforma senza troppi problemi. Il Palermo ci mette un po' a capire quello che deve fare. Ancora Di Gaudio con una bella serpentina si presenta dalle parti di Sorrentino e prova un interessante tiro a giro che l'ex Chievo è bravo a schiaffeggiare. Rosa pure sfortunati perché dopo 17 minuti Iachini è costretto a operare due sostituzioni (fuori Vitiello e Barreto). Il tempo di riordinare le idee e il Palermo riparte. Minelli, giovane arbitro, prima sorvola su uno pseudo-contatto nell'area del Carpi, poi fischia un rigore generoso su Dybala. Proprio l'argentino si presenta dal dischetto: il tiro è respinto da Colombi. A rimettere le cose a posto ci pensa ancora Bolzoni, subentrato a Barreto. Cross di Vazquez, perfetto inserimento in area e testata vincente. Quarto gol per l'ex gioiellino dell'Inter. Niente male. L'arbitro fischia la fine del tempo ma poco prima di entrare nel tunnel degli spogliatoi Vazquez si fa espellere per proteste.

La ripresa potrebbe trasformarsi nel festival del gol. I rosa sono in inferiorità numerica ma in pochi se ne accorgono. Fioccano le occasioni, Belotti spreca quella più clamorosa ciccando a due passi da Colombi. Così la partita si trascina fino ai 10 dalla fine col risultato di parità. La scossa arriva in coda. Sgrigna inventa, Pasciutti insacca con un preciso destro rasoterra diretto all'angolino. Nulla fare per Sorrentino. Il Palermo attacca ma non ci crede fino in fondo. Esce Mbakogu, vero protagonista della partita, entra Ardemagni, sogno rosa di un estate fa. Il Carpi porta a casa una vittoria tanto inutile quanto storica. Quest'anno ha rubato sei punti su sei al Palermo. Chissà se un giorno le due squadre si incroceranno di nuovo: la realtà è che i rosa conoscono di nuovo la parola sconfitta, 22 partite dopo il disastro di Candussio. I 35 tifosi emiliani giunti fino al Barbera racconteranno anche questa.

TABELLINO

PALERMO-CARPI 1-2

MARCATORI: 3' Mbakogu, 39' Bolzoni, 80' Pasciuti

PALERMO: Sorrentino 6; Munoz 6, Milanovic 5,5, Vitiello s.v. (9' Andelkovic 5,5); Stevanovic 5,5 (80' Verre s.v.), Ngoyi 5,5, Barreto s.v. (18' Bolzoni 6,5) , Daprelà 6; Vazquez 5; Dybala 5,5, Belotti 5,5.
A disposizione: Fulignati, Lazaar, Di Gennaro, Troianiello, Terzi, Maresca.
Allenatore: Giuseppe Iachini.

CARPI: Colombi 7; Letizia 6, Pesoli 6,5, Romagnoli 6, Legati 6; Porcari 6; Concas 6,5, Lollo 6, Bianco 6 (73' Sgrigna 6,5), Di Gaudio 7 (76' Pasciuti 7); Mbakogu 7 (84' Ardemagni s.v.).
A disposizione: Kovacsik, De Vitis, Sperotto, Kiakis, Acosty, Inglese, .
Allenatore: Giuseppe Pillon.
AMMONITI: Concas, Legati, Munoz
ESPULSO: Vazquez

LE PAGELLE

I MIGLIORI TODAY

Bolzoni 6,5: Si è riscoperto centrocampista col vizietto del gol. Perfetta incursione per il gol dell'1-1. Il più lucido in mezzo, sa sempre cosa fare. In crescita notevole dopo l'inizio stagione balbettante.

Daprelà 6: Discese incoraggianti e tanta voglia di non far rimpiangere Lazaar.

I PEGGIORI TODAY

Vazquez 5: Primo tempo altisonante come sempre, a tratti sontuoso. Poi va a sfogarsi con l'arbitro dopo qualche fischio un po' così...

Belotti 5,5: Vuole spaccare il mondo, ma ultimamente non ci riesce. Talento da coccolare, oggi ha sprecato un gol che il solito Belotti avrebbe segnato a occhi chiusi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Palermo dei record si inchina alla bestia nera Carpi: 1-2 al Barbera

PalermoToday è in caricamento