Il Palermo vende i suoi pezzi pregiati e sogna Donnarumma e Martella

Sciolto il nodo ritiro: i ragazzi di Marino partiranno il 14 luglio per il Trentino. E intanto Lucchesi prova a intavolare una maxi trattativa col Brescia

Fonte: Facebook - Brescia Calcio BSFC

Nuova proprietà ma stessi identici rompicapi di una volta: le scadenze incombono su viale del Fante, una su tutte l’iscrizione al prossimo campionato di Serie B. Da Arkus Network continua a filtrare un certo ottimismo, ma la sensazione è che molto potrebbe dipendere anche dalle prime cessioni di “lusso”. Sciolto invece il nodo ritiro: il Palermo partirà il 14 luglio per il Trentino. E intanto Lucchesi prova a intavolare una maxi trattativa col Brescia: piacciono Donnarumma, Ndoj e Martella. Rajkovic la vittima sacrificale? 

Arkus Network sceglie il Trentino

Fra chi già è andato via (vedi Jajalo) e chi invece aspetta soltanto un’offerta allettante, a Palermo ci sarà anche e soprattutto spazio per chi dovrà rispondere presente al primo appello di Pasquale Marino. Fra questi figureranno sicuramente tanti giovani calciatori della Primavera. "Fino al 13 luglio - ha fatto sapere il Palermo attraverso un comunicato diramato sul sito ufficiale - la squadra allenata da Pasquale Marino svolgerà test atletici e visite mediche a Boccadifalco, prima del trasferimento in Trentino con volo charter in programma il 14 luglio. I rosanero sosterranno la prima fase del ritiro a San Lorenzo Dorsino, che terminerà il 27 luglio. Nel corso della preparazione in Trentino la squadra disputerà tre gare amichevoli che verranno definite e comunicate successivamente. Dopo alcuni giorni di riposo, il 30 luglio il Palermo si ritroverà nelle Marche a Sarnano per la seconda fase del ritiro pre campionato, che si concluderà il 4 agosto con un test amichevole in casa dell’Ascoli. Dopo la gara contro la formazione marchigiana, i rosanero proseguiranno la preparazione a Palermo in vista dell’esordio in Coppa Italia”. 

Iscrizione, Albanese rassicura

Tiene ancora banco dalle parti di viale del Fante il capitolo inerente all’ iscrizione del prossimo campionato di Serie B. Sono ore frenetiche in casa Palermo, tanto che domani mattina ci sarà una nuova riunione dell’assemblea dei soci, dove questa volta però non figurerà Salvatore Tuttolomondo. In un certo senso quella di domani per il Palermo sarà la giornata della verità: perché finalmente si saprà se e come verranno immessi nelle casse del club i capitali necessari  per far fronte all'iscrizione del prossimo campionato di B. Il presidente del club rosanero, Alessandro Albanese continua a diffondere un certo ottimismo, ma la vicenda per il momento continua a essere ingarbugliata.“Abbiamo fatto un’assemblea estremamente serena – dice Albanese -  e da presidente mi sento di dire ai tifosi che entro giorno 21 giugno avremo contezza di tutto quello che serve per l’iscrizione al campionato.  Se non ci iscriveremo il 21 lo faremo il 24, comunque sia – conclude sono estremamente sereno”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Asse Brescia-Palermo

Fra nuove location per l’imminente ritiro estivo e dilemmi legati all’iscrizione del prossimo campionato di B, Lucchesi ha iniziato anche sondare alcuni profili che potrebbero essere funzionali al progetto di Pasquale Marino. Il dg del Palermo sta cercando di intavolare un’imponente trattativa col Brescia. Donnarumma, Ndoj e Martella lasceranno sicuramente le rondinelle per via di alcuni disguidi fra l’agente dei calciatori, Giuffredi e il patron Massimo Cellino. Un attaccante, un centrocampista e un terzino: un trio che per caratteristiche tecniche, ma soprattutto per stipendi (nessuno supera i 250 mila euro di ingaggio) sembrerebbe proprio rientrare nell’identikit tracciato da Lucchesi e Tuttolomondo. Determinante in questo senso potrebbe essere la volontà di Rajkovic di approdare in Lombardia. Perché il difensore serbo già dalla passata stagione è stato più volte oggetto di desiderio di Eugenio Corini. Così la dirigenza rosanero, che non ha alcuna intenzione di svendere Rajkovic, potrebbe decidere di inserirlo come eventuale contropartita per arrivare ad almeno  uno dei giocatori che lasceranno Brescia. Prima però bisognerà iscriversi al prossimo campionato di B. Mai come in questo caso comunque per il Palermo sarà fondamentale cedere i pezzi pregiati della rosa. Vendere, ma soprattutto vendere bene. In partenza ci sono sempre Nestorovski, Trajkovski, Bellusci, Rajkovic, Moreo, Brignoli e Puscas. I fantastici sette con cui Lucchesi spera di poter ricavare almeno 15 milioni di euro. Un gruzzoletto che, seppur momentaneamente, inizierebbe a far respirare Arkus Network. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: scatta il coprifuoco dalle 23

  • Ordinanza di Orlando, divieti non solo in centro: "Ecco le strade dove non ci si potrà fermare"

  • Regione, nuova stretta anti Covid: locali chiusi alle 23, dad nei licei e trasporti dimezzati

  • Le mosse anti Covid di Orlando: nessun coprifuoco ma divieto di sostare in strada

  • Maestra positiva al Covid e classe d'asilo in quarantena, i genitori: "Comunicazione arrivata tardi"

  • Ditta privata danneggia conduttura, mezza città senz'acqua

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento