rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Calcio

Monreale al rush finale per la salvezza, Picano: “Sereni in vista del Casteltermini, dobbiamo continuare così"

Il dirigente biancazzurro analizza il percorso e le prospettive della squadra, in crescita dopo una fase complessa: “Non ci aspettavamo queste difficoltà, bravo mister Marramaldo a raddrizzare la rotta, la salvezza diretta è un pensiero ma sarà cruciale la prossima giornata”

Dopo una prima parte tribolata di girone di ritorno, il Monreale ha vissuto un crescendo che l’ha allontanato dal precipizio della zona retrocessione: i biancazzurri adesso hanno 18 punti nel girone A di Eccellenza, con sei lunghezze di vantaggio rispetto al Casteltermini penultimo e quattro sul Marsala terzultimo. Il Play-out giocato in casa è quasi un dato di fatto: in caso di successo nelle ultime due partite, contro Casteltermini e Castellammare, potrebbe persino aprirsi uno spiraglio per la salvezza diretta in virtù della regola dei distacchi. Il direttore sportivo biancazzurro Natale Picano fa il punto della situazione.

Il dirigente del Monreale analizza in prima battuta il percorso della squadra: “La vittoria contro la Nissa è stato lo spartiacque - afferma a PalermoToday - è stato un successo pesante e non preventivato, nessuno se lo aspettava, è stato un colpo anche per gli avversari, il calcio è anche questo. Noi all’inizio di campionato non pensavamo ad un campionato così ma purtroppo ci sono state delle situazioni che hanno destabilizzato l’ambiente come le dimissioni dell’allenatore e l’addio di alcuni giocatori. Mi sono ritrovato ad affrontare questa situazione assieme a tanti giocatori giovani: mister Marramaldo ha avuto il coraggio di prendere il timone e sta riuscendo a condurre in porto una nave che a un certo punto faceva acqua da tutte le parti”.

Picano si sofferma poi sulle cause che hanno portato il Monreale a transitare dalle difficoltà di cui sopra: “Mi è dispiaciuto molto per l’addio di Bennardo - spiega -  tecnico giovane e preparato che aveva costruito una squadra graziosa ma purtroppo questi campionati hanno due-tre vite: i giocatori arrivano con entusiasmo poi si fanno attrarre dalle sirene delle grandi società e vogliono andare via per guadagnare di più, poi però quando non rispettano le aspettative non si scusano e se ne scappano e nel nostro caso questo ci ha messo in difficoltà. Per fortuna abbiamo raddrizzato la rotta e la squadra ha intrapreso il percorso che può portarci alla salvezza”.

Il ds biancazzurro parla poi del prossimo match, che vede il Monreale contrapposto in casa al Casteltermini, ricordando la sfida di un girone fa: “Fu una partita beffarda: potevamo vincerla ma poi siamo rimasti in dieci giocando in inferiorità numerica per tutti il secondo tempo, loro hanno pareggiato e noi abbiamo preso un palo prima del gol subito all’ultimo secondo in modo rocambolesco, dopo il quale la squadra si è disunita. Guardiamo a questa partita con molta serenità: dobbiamo stare con gli occhi aperti perché per loro è l’ultima spiaggia, verranno col coltello fra i denti come è logico che sia. Noi dobbiamo mantenere la nostra serenità e giocare la nostra partita come abbiamo fatto ultimamente”.

Alla possibilità di salvarsi direttamente senza i play-out Picano guarda con un ottimismo estremamente cauto: “Tutto dipenderà dalla sfida tra Marsala e Cus - conclude - lo snodo per capire che futuro ci aspetta. Se il Cus dovesse vincere domenica e poi contro il Mazara saranno loro a fare i play-out. L’idea di riuscire a salvarci direttamente non lo nego la accarezziamo ma il crocevia è domenica, in cui si sfidano tutte e quattro le squadre di bassa classifica. Una minima possibilità c’è e ce la giochiamo fino alla fine”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monreale al rush finale per la salvezza, Picano: “Sereni in vista del Casteltermini, dobbiamo continuare così"

PalermoToday è in caricamento