rotate-mobile
Calcio

Il Casteldaccia espugna Castelbuono, Pagano: "I ragazzi non si sono risparmiati, questo è un grande gruppo"

Grazie al rigore segnato all'80' da Megna i granata, al quinto risultato utile consecutivo, battono la Supergiovane e si consolidano in zona play-off nel girone A del campionato di Promozione

Torna alla vittoria Casteldaccia che dal ritorno in campo dopo la sosta non ha sbagliato praticamente un colpo né in Coppa Italia né soprattutto in campionato. I granata hanno infatti battuto in trasferta  al Failla la Supergiovane Castelbuono al termine di una partita tirata che si è decisa nel finale, in cui la squadra di Pagano è riuscita a prevalere per 1-0. Per il Casteldaccia si tratta del quinto risultato utile consecutivo in campionato nonché del quarto successo nelle ultime cinque uscite.

Dopo un primo tempo di studio la partita, giocata su un terreno di gioco reso terribilmente pesante dalle precipitazioni si è accesa nella ripresa: il Casteldaccia è andato vicino al gol con il tentativo di capitan Ribaudo sul quale Mammano si supera. Trattasi del preludio al gol che arriva all'80: Monti viene atterrato da Mazzola in area, l'arbitro fischia il rigore successivamente trasformato da Megna. Una rete pesante che vale i 3 punti per la squadra granata, che si consolida al quinto posto a quota 22 punti allungando sulle inseguitrici.

Il tecnico del Casteldaccia Giuseppe Pagano ha espresso a fine partita la sua soddisfazione per il risultato: "Oggi è stata una grandissima partita da parte dei ragazzi, nessuno si è risparmiato, hanno lottato su ogni palla. Sapevamo che era complicata anche per le condizioni del campo, cosa che sapevamo e quindi l’abbiamo preparata in una certa maniera: i ragazzi l’hanno interpretata bene adeguandosi al terreno di gioco e all’avversario. È stata una lotta pallone su pallone in cui non si sono risparmiati, dando il meglio e mostrando quella voglia di vincere e lo spirito di sacrificio necessario che lascia ben sperare: accettare la sofferenza non è una dote che hanno tutti. La Supergiovane Castelbuono non vale gli ultimi posti della classifica: hanno una bella squadra e un bravo allenatore come Marandano a cui auguro di salvarsi con tutto il cuore".

L'allenatore granata ha poi voluto elogiare tutto il gruppo squadra, dai giocatori allo staff, per gli sforzi profusi che hanno aiutato la squadra a rilanciarsi: "Ora la classifica comincia a venirci incontro - conclude - siamo in piena zona play-off e questo ci inorgoglisce ma il campionato è ancora lungo. Oggi sapevamo di affrontare una squadra difficile da battere specie a casa loro ma visto che non era uno scontro diretto sapevamo di poter prendere punti sulle concorrenti: abbiamo preso punti alla Folgore e al Lascari-Cefalù.  Queste partite vanno vinte non sono facili. Abbiamo lottato e a nove minuti dalla fine abbiamo trovato il gol: ci voleva l’intensità che abbiamo messo oggi. Faccio i complimenti a tutti, ai giocatori, ai subentrati, alla società, al direttore sportivo, al presidente al magazziniere: siamo usciti da un periodo critico facendo gruppo e diventando famiglia. Dopo un avvio non all’altezza ci siamo ripresi grazie alla nostra unione facendo il cammino che desideravamo fare a inizio campionato, sapendo che le partite si vincono con l’unità d’intenti. Ringrazio anche il mio staff che mi sopporta e mi supporta nelle mie scelte: la nostra è una grande famiglia unita".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Casteldaccia espugna Castelbuono, Pagano: "I ragazzi non si sono risparmiati, questo è un grande gruppo"

PalermoToday è in caricamento