Alessio Profeta e Sergio Raccuia, trasferta sfortunata in Toscana

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

L’equipaggio siciliano portacolori della Island Motorsport al Rally Il Ciocco e Valle del Serchio ha dovuto arrendersi ad una triplice foratura causata da un errore commesso in una curva destra, nel corso della Bagni di Lucca 1, terza prova speciale di giornata. Finita prima del previsto la seconda gara del Campionato Italiano Rally per Alessio Profeta e Sergio Raccuia, che nel corso dello shakedown del venerdì avevano dimostrato di avere un ottimo passo a bordo della performante e curata Skoda Fabia R5, confermando tempi a ridosso della top ten nelle due prime prove speciali del sabato.

"Sono molto amareggiato per l’uscita di strada nella terza prova speciale, che ha compromesso irrimediabilmente la nostra gara – ha commentato il pilota siciliano Alessio Profeta-. Con Sergio avevamo svolto un ottimo lavoro in fase di preparazione gara ed i tempi dello shakedown e delle prime prove speciali ci avevano dato ragione. Con le Pirelli ho trovato subito il giusto compromesso, peccato per l’errore di valutazione della curva, perché anche in questo rally avremmo potuto ottenere punti preziosi, ma l’errore ci è costato caro e con tre gomme giù non abbiamo potuto continuare la nostra gara. Mi resta come consolazione, che nelle prove disputate, così come nello shakedown, abbiamo migliorato i nostri tempi rispetto ai primi, anche in riferimento alla passata stagione. Stiamo migliorando il nostro passo gara chilometro dopo chilometro e l’esperienza aumenta. Voglio ringraziare il Team, Aci Team Italia, lo sponsor PrOli e la scudaria Island MotorSport e tutti quelli che mi seguono, con la promessa -conclude Alessio Profeta- di rivederci a settembre con la gara di casa, più agguerriti che mai.

“Nei due appuntamenti precedenti avevamo condotto due gare senza errori – dichiara il navigatore palermitano Sergio Raccuia-, segno che comunque stiamo migliorando e crescendo. Purtroppo nell’appuntamento toscano è arrivato l’errore, ci può stare, fa parte dei giochi quando provi a far bene ed andare forte. Abbiamo qualche giorno di pausa da gare, per me in realtà sarà un periodo molto “caldo”, visto che tra qualche giorno convolo a nozze, ma da settembre la nostra attenzione sarà tutta sulla Targa Florio, gara di casa in cui vogliamo far bene.” Per l’equipaggio siciliano, nella seconda settimana di settembre arriverà la gara casalinga nello storico tracciato de la Cursa, la gloriosa Targa Florio, terzo appuntamento siciliano, che si svolgerà quest’anno in forma ridotta, con 3 prove speciali, da ripetere tre volte. Il campionato italiano rally, avrà come fulcro del parco assistenza il comune di Campofelice di Roccella, mentre le prove speciali saranno, la Floriopoli, che dalle Tribune arriva a Cerda, la prova Targa e la Scillato Polizzi.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento