menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'assessore Roberto Lagalla

L'assessore Roberto Lagalla

La Sicilia celebra 74 anni di Autonomia, Lagalla: "Verso una scuola più digitale e solidale"

L'assessore regionale all'Istruzione e alla formazione professionale ha rivolto un messaggio agli studenti: "All'interno di ogni comunità scolastica si alimenta la conoscenza della nostra storia"

"Oggi si celebra la nostra storia, il nostro patrimonio artistico e culturale, le nostre tradizioni e la nostra capacità di custodirle e alimentarle nel tempo. Una responsabilità affidata a ognuno di noi, alle istituzioni in particolare, ma soprattutto alle giovani generazioni. È, infatti, all'interno di ogni comunità scolastica che si alimenta la conoscenza della nostra storia e nasce la consapevolezza dei valori di cui ogni cittadino è portatore". E' un passaggio del messaggio che Roberto Lagalla, assessore regionale all'Istruzione e alla formazione professionale, rivolge agli studenti  nel giorno del 74° anniversario dell'autonomia siciliana.

"È così che si formano, nel tempo, identità solide e sensibili ai tumultuosi mutamenti del contesto sociale e culturale con cui ogni giorno dobbiamo confrontarci - dice Lagalla sgli studenti - Mi piace immaginare, per il nostro futuro, una scuola sempre più partecipata, digitale e solidale, grazie alla quale formare giovani siciliani capaci di esprimere la nostra identità nel mondo. A loro dedico la mia riflessione di oggi: a tutti gli studenti che hanno dovuto affrontare una sfida pandemica, imprevista e difficile, dove la didattica è diventata distanza, spesso disagio, talvolta disuguaglianza. Ma, grazie al prezioso lavoro dei docenti e al supporto delle famiglie, confido che ogni studente, con volontà e impegno, sia pure in uno scenario inaspettato, sia comunque riuscito ad alimentare il proprio percorso di conoscenza e di crescita personale - aggiunge -. L'identità siciliana vive anche nelle tante eccellenze presenti nella nostra regione e sparse per il mondo: medici, ingegneri, scienziati, imprenditori, artisti. Uomini e donne che, con il loro sapere, il loro lavoro, la loro dedizione, rendono quotidianamente onore alla Sicilia. Oggi in particolare, il nostro grato pensiero è indirizzato ai medici, agli infermieri, ai ricercatori, ai volontari che lottano contro la pandemia da Covid-19, mettendo a servizio della comunità il loro servizio e la loro dedizione. Di questa Sicilia siamo fieri e da questa Sicilia, solidale e forte, ripartiamo con rinnovata speranza e motivata fiducia verso i giovani che la scuola prepara a divenire protagonisti di domani".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento