Politica

Regione, Crocetta resta alla guida: respinta la mozione di sfiducia

Lunga e tesa maratona terminata nella notte. 44 voti contrari e 37 favorevoli, con il Pd compatto attorno al proprio Presidente. Il Governatore attacca il Movimento 5 Stelle: "Sempre più razzista, omofonico, filomafioso e intollerante"

Sala d'Ercole

Respinta la sfiducia a Rosario Crocetta. Dopo la maratona in Sala d'Ercole finita nella notte, l'Assemblea regionale si è espressa lasciando alla guida della Regione l'attuale Presidente. 44 i voti contrari, 37 quelli favorevoli. Dibattito duro in aula, con le urla e le minacce di Crocetta di abbandonare la seduta. "Lo Sfiducia day - ha detto il Governatore dopo l'intervento del deputato regionale del M5S Valentina Zafarana - si è trasformato in un 'boomerang day' per Grillo, criticato anche dai media nazionali per gli attacchi volgari alla persona, alla sfera sacra dell'individuo". (GUARDA IL VIDEO)

Tanti i riferimenti all'intervento al leader dei cinque stelle che, insieme al centrodestra, voleva fare cadere Crocetta dalla poltrona: "Questo movimento diventa sempre più razzista, omofobico, filomafioso, intollerante, prevaricante, e organizza sistematicamente il dissenso contro tutti gli altri esponenti politici che non possono parlare - ha proseguito il Presidente -. E' così. I grillini debbono potere insultare permanentemente la gente, e organizzare il dissenso sistematico. La loro campagna elettorale è, nei fatti, la continua negazione della democrazia del confronto".

"Diciamo che Grillo si è fatto un partitino e i grillini si sono comportati come ceto politico. Protesi all'imboscata e agli intrighi di palazzo. Perdendo le loro caratteristiche. Io invece - ha concluso il presidente della Regione Siciliana - non ho perso le mie caratteristiche da quando a 16 anni appartenevo al movimento studentesco. Ho continuato la mia vita con coerenza, senza accettare gli intrighi di palazzo". Nulla da fare, dunque, per l'opposizione che ha dovuto fronteggiare un Pd più compatto del solito. Nei prossimi giorni verranno assegnate le deleghe agli assessori del Crocetta ter. Aula rinviata al 4 novembre, alle ore16, con all'ordine del giorno l'elezione del vicepresidente dell'Ars e la proroga dei commissari delle Province.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, Crocetta resta alla guida: respinta la mozione di sfiducia

PalermoToday è in caricamento