rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Politica

Di Maio da Palermo detta l'agenda per il Sud: "Aumento del salario minimo e aiuti alle famiglie"

Il vicepremier ha ribadito che il governo nazionale "segue con interesse" la vicenda della Blutec di Termini Imerese: "Abbiamo modificato la legge sugli ammortizzatori sociali proprio per permettere a quegli operai di avere un reddito"

"Stiamo seguendo la vertenza Blutec con molta attenzione. Abbiamo fatto una modifica normativa, abbiamo modificato la legge sugli ammortizzatori sociali proprio per Blutec e permettere a quegli operai di avere un reddito, intanto che si riesca a uscire da una situazione che riguarda un'inchiesta della magistratura". Sono le parole del vicepremier Luigi Di Maio, oggi a Palermo per partecipare a un incontro promosso da Legacoop. "Quello che dico io - ha aggiunto il ministro - è che questa terra è la seconda regione come percettore di reddito di cittadinanza e tra le prime in Italia per l'adesione a quota 100. Adesso dobbiamo fare altre due cose: aumentare lo stipendio a chi lavora con il salario minimo orario, il che significa che non esisteranno più i lavori da due tre euro all'ora ma esisteranno solo stipendi da 9 euro all'ora in su, e secondo aiuti alle famiglie. A loro destinerò un miliardo di euro del reddito di cittadinanza".

Rispondendo alle domande dei cronisti, il vicepremier ha anche affrontato alcuni temi di politica nazionale senza risparmiare "frecciate" alla Lega e al suo leader Salvini, con il quale non sono mancati gli attriti.

Riferendosi al caso del sottosegretario leghista Armando Siri, Di Maio ha ribadito che "La tenuta del governo non è a rischio, mi auguro di no. Certo dopo il caso Siri la Lega usa qualsiasi argomento pur di provare a coprire un caso che si poteva risolvere in tre giorni con le dimissioni del sottosegretario e invececi sono volute tre settimane e il M5S che portava in Consiglio dei ministri la rimozione di un sottosegretario coinvolto in un'inchiesta che parla di mafia" 

Il vicepremier ribadisce di non volere "creare tensioni (con la Lega ndr)". "Voglio lavorare  - ha sottolineato - sono contento che oggi la Canera dei deputati abbia approvato in prima lettura il taglio dei parlamentari. Tagliamo di un terzo tutti i parlamentari della Repubblica e con il cronoprogramma entro i primi di agosto è legge definitiva, così dalla prossima volta che andiamo a votare, invece di votare mille parlamentari ne votiamo un terzo in meno e risparmieremo 500 milioni. Questi sono gli obiettivi concreti, chi vuole fare polemiche le faccia... Io penso alle cose concrete". 

Intanto c'è un altro motivo di scontro con la Lega: i negozi di cannabis light che per il Carroccio andrebbero chiusi. "Salvini - ha detto Di Maio - si preoccupi delle leggi che sono nel contratto di governo. Vediamo di vederci in questi giorni per fare il salario minimo orario e per fare la flat tax piuttosto che scartabellare nelle leggi dei singoli senatori che non hanno i numeri in Parlamento per essere approvati".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di Maio da Palermo detta l'agenda per il Sud: "Aumento del salario minimo e aiuti alle famiglie"

PalermoToday è in caricamento