rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
L'incontro

Guerra in Ucraina, ambasciatore dell'Algeria in visita alla Regione: "Assicuriamo più gas all'Italia"

Il conflitto nell'Est Europa è stato uno dei temi affrontati durante gli incontri. Annunciata anche l'organizzazione di un bilaterale Sicilia-Algeria, che si svolgerà il 9 e 10 giugno a Palazzo Reale, dedicata alla collaborazione economica tra i due Paesi, con particolare attenzione al turismo, all'agricoltura, alla pesca, all'università e alla tecnologia

Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci ha ricevuto in visita ufficiale a Palazzo Orléans l'ambasciatore d'Algeria in Italia, Abdelkrim Touahria. Nel corso del cordiale colloquio, durato circa un'ora, è stata ribadita la necessità di consolidare i rapporti economici e culturali fra lo Stato del Nordafrica e l'Isola, con particolare riferimento all'agricoltura, all'energia, all'agroalimentare ed al turismo. In particolare, il diplomatico ha molto apprezzato la disponibilità offerta da Musumeci a sostegno delle imprese algerine già impegnate in Sicilia, a partire dall'area industriale di Siracusa. Affrontando il tema del conflitto in atto nell'Est d'Europa, l'ambasciatore ha confermato al governatore della Regione la volontà dell'Algeria di potenziare ulteriormente la fornitura di gas che - com'è noto - transita dall'Isola, qualora si rendesse necessaria a seguito delle sanzioni.

L'ambasciatore è stato poi a colloquio con il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè.  “I nostri Paesi sono al centro del Mediterraneo - ha detto il presidente Miccichè –. Dobbiamo rafforzare i rapporti e avviare scambi culturali e commerciali, non solo per incrementare le forniture di gas, ma per sviluppare il dialogo anche in altri ambiti di natura sociale”. Per questo motivo, è stata annunciata l’organizzazione di un bilaterale Sicilia-Algeria, che si svolgerà il 9 e 10 giugno a Palazzo Reale, dedicata alla collaborazione economica tra i due Paesi, con particolare attenzione al turismo, all’agricoltura, alla pesca, all’università e alla tecnologia. 

Il Politecnico del Mediterraneo con la cooperazione delle università del bacino euroafroasiatico: questa è la proposta che il governatore ha avanzato: "Immaginiamo - ha detto Musumeci, anche nella sua qualità di presidente della Commissione intermediterranea del Parlamento europeo - una grande istituzione che possa consentire ai giovani, soprattutto a quelli provenienti dall'Africa, di acquisire un'adeguata formazione da mettere a profitto ritornando nei loro Paesi. Un'iniziativa innovativa che conferma la Sicilia come approdo naturale in Europa". Il diplomatico ha accolto con interesse la proposta avanzata dal presidente della Regione, apprezzando anche il pensiero di Musumeci sulla politica europea che "guarda più a Est che a Sud, dimenticando, invece, che il futuro del Vecchio continente è qui".

E l'ambasciatore algerino è stato ricevuto ieri anche dal sindaco Leoluca Orlando. All'incontro era presente Mohamed Laouar membro della Consulta delle Culture del Comune. "E' stato un importante incontro - ha dichiarato il sindaco - un'occasione per instaurare rapporti di collaborazione e di scambi di tipo culturale, artistico ed economico tra le città di Palermo e Algeri, utili a consolidare i forti legami tra l'Italia e l'Algeria, che ho avuto occasione di confermare in passato in occasione di inviti da parte delle autorità algerine. Di particolare attualità il progetto Amina con la presenza a Palermo presso le strutture amministrative comunali di 30 donne funzionarie dell'Amministrazione comunale di Algeri".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra in Ucraina, ambasciatore dell'Algeria in visita alla Regione: "Assicuriamo più gas all'Italia"

PalermoToday è in caricamento