Giuseppe Bellanca nominato coordinatore comunale progetto civico Attiva

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Il comitato esecutivo del progetto civico Attiva, presieduto da Angela Foti, ha deliberato la nomina di Giuseppe Bellanca a starter con funzioni di coordinatore comunale per la città di Palermo.

Giuseppe Bellanca, nato a Palermo, classe 1974, specializzato in informatica e telecomunicazioni lavora presso l’Asp di Palermo occupandosi di integrazione socio sanitaria per l’avvio del progetto dei Punti Unici di Accesso (PUA) di cui l’azienda è capofila a livello regionale. Eredita la passione per la politica dal nonno paterno, esponente del Partito Comunista negli ’60 a Palermo, Il suo percorso da attivista ha inizio nel meetup “Il Grillo di Palermo” nel settembre del 2016, nell'ambito del quale ha partecipato a numerose attività all’interno del territorio palermitano. E’ stato parte attiva del gruppo degli attivisti della VII circoscrizione, componente del team Open Data e del progetto Open Meetup pensato per facilitare la comunicazione e la coesione all'interno dei vari meetup provinciali e regionali; all’inizio del 2017 dopo avere superato le comunarie di Palermo sulla piattaforma Rousseau, è risultato essere tra i candidati ufficiali del M5S per l’elezione del Consiglio Comunale; ad oggi è componente della Consulta per la Pace, la Nonviolenza, i Diritti Umani ed il Disarmo del Comune di Palermo.

Particolarmente attiva la sua partecipazione anche nel mondo dell’associazionismo, è stato tra i fondatori dell’associazione “Antonino Caponnetto Onlus” di cui è stato tesoriere fino al 2017, ad oggi è nel direttivo dell’associazione “Di Sana Pianta aps” che si occupa di tutori volontari per la difesa dei minori immigrati e non accompagnati; ad ottobre del 2018 insieme ad altri cittadini residenti della VII circoscrizione, ha fondato il “Comitato Emergenza Allagamenti” con il quale è stato organizzato il corteo di protesta nel territorio di Mondello per sollecitare l’opinione pubblica e la politica al problema degli allagamenti. Ha a cuore i temi dello sviluppo e dell’innovazione, numerose le sue esperienze tecniche e lavorative acquisite nel corso degli anni, non solo in ambito informatico e sistemistico, attraverso il quale ha anche conseguito un master presso il Collegio Universitario Arces di Palermo, ma anche nel settore della logistica e dei trasporti.

Torna su
PalermoToday è in caricamento