Dehors, Confesercenti spinge per nuovo regolamento: "Gestori locali in emergenza"

Dopo gli ultimi controlli con multe e sequestri, parlano i commercianti. "Vogliamo rispettare le regole, ma devono essere chiare e definitive. Il Consiglio intervenga". Zacco: "Delibera al palo per un fantomatico problema burocratico, spero venga presentata entro lunedì"

"Dai gazebo all'adeguamento con i dehors, poi l'attesa infinita del nuovo regolamento e, infine, una situazione di stasi che si è trasformata in emergenza. Il risultato è l'attuale condizione di caos in cui si ritrovano gli esercenti". A dichiararlo, dopo gli ultimi controlli con multe e sequestri nei locali della città, è il responsabile dell'area produzione di Confesercenti Sicilia e vice presidente provinciale, Nunzio Reina.

"E' necessario, oggi più che mai, accelerare il passo - aggiunge - perché i gestori vogliono lavorare rispettando le regole, ma queste devono essere chiare e definitive. Una città turistica come Palermo, specie con l'estate alle porte, non può permettersi rallentamenti del genere e considerando che decine di pratiche sono ancora ferme, è chiaro che fare impresa diventa impossibile. A questo punto - prosegue Reina - sarebbe più semplice copiare il regolamento dehors di città in cui il meccanismo funziona".

"La situazione è paradossale - precisa Francesca Costa, presidente di Confesercenti Palermo - perché i gestori dei locali devono far riferimento ad un regolamento che deve essere ancora modificato e continuano ad esserne penalizzati. Tra i punti più critici, quello della fascia oraria in cui si prevede la collocazione delle strutture, che dovrebbero essere ripetutamente montate e smontate. Chiediamo il nuovo regolamento in tempi brevi, perché chi fa impresa in questa città non deve essere danneggiato, ma incoraggiato".

Sollecitato da Confesercenti, il Consiglio risponde con il presidente della commissione Attività produttive Ottavio Zacco: "Più volte abbiamo sollecitato gli uffici, coinvolgendo anche il sindaco Orlando, che ha dato mandato al segretario generale di occuparsi del problema. Mi auguro che massimo entro luendi prossimo venga presentata la delibera per l'approvazione. Purtroppo fino ad oggi la delibera non è arrivata in Consiglio per un fantomatico problema burocratico. E ciò malgrado gli sforzi di tutti i gruppi politici che in sinergia hanno lavorato e condiviso chiare scelte politiche per modificare il regolamento dehors, al fine di agevolare le attività produttive della città, garantire gli attuali standard occupazionali e la serenità dei residenti inserendo delle limitazioni orarie per l'utilizzo degli spazi esterni".

Potrebbe interessarti

  • Meduse nelle coste palermitane e il falso mito della pipì: tutti i (veri) rimedi anti ustione

  • Magnesio, toccasana per la salute e non solo: perché i palermitani dovrebbero prenderlo

  • Commercio a Palermo, nelle vie "in" affittare un negozio costa anche 165 mila euro l'anno

  • Sognando la villa con piscina a Mondello, costi e tempi per averne una in giardino

I più letti della settimana

  • "Questo è per lei", pacco sospetto consegnato in spiaggia alla moglie di un carabiniere

  • Omicidio a Carini, uccide la compagna e si barrica dentro un negozio

  • Incidente in via Leonardo da Vinci, 28enne in scooter investito dal tram

  • Incidente in via Selinunte, a bordo di una Vespa si scontra con un’auto: morto un uomo

  • Incidente sulla Palermo-Sciacca, frontale fra due furgoni: grave un quarantenne

  • Turista denuncia sera da incubo alla Vucciria: "Trascinata in auto e palpeggiata"

Torna su
PalermoToday è in caricamento