rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Politica

Consiglio comunale, nuovo candidato alla vicepresidenza? L'identikit porta ad Anello

L'ex esponente di Ncd potrebbe essere il nome indicato dai ferrandelliani. Nella corsa alla seconda carica di Sala delle Lapidi, avanti Tantillo e Forello. La maggioranza fa ancora i conti con i contrari alla riconferma di Totò Orlando

Porta ad Alessandro Anello l'identikit di un nuovo candidato alla vicepresidenza del Consiglio comunale. L'ex esponente di Ncd e Forza Italia - riconfermato a Sala delle Lapidi nella lista "Per Palermo con Fabrizio" - potrebbe essere il nome indicato dai ferrandelliani, alla ricerca di un profilo politico d'esperienza che sarebbe gradito anche alla maggioranza. L'indiscrezione è filtrata al termine del vertice dei gruppi d'opposizione vicini a Ferrandelli, che però non hanno raggiunto ancora un'intesa completa.

Ma chi voterebbe Anello? "I Coraggiosi" e probabilmente Ficarra. Non la Caronia, che dopo il "no" alla sua candidatura ha dichiarato di voler votare il duo Scarpinato-Forello, e che ieri ha disertato la riunione. Da escludere Forza Italia, presente con i consiglieri Andrea Mineo, Roberta Cancilla e Sabrina Figuccia (quest'ultima in rotta col gruppo). Assente il capogruppo Giulio Tantillo, in lizza anche lui per la vicepresidenza del Consiglio.

Benché Anello possa recuperare qualche voto tra i ranghi della maggioranza, sarebbero comunque meno di quelli attribuibili al forzista Tantillo e al grillino Ugo Forello. Calcoli noti ad Anello ed alla stessa coalizione, che al momento si tengono abbottonati. "Arriveremo pronti all'appuntamento indicando chi potrà al meglio ricoprire il ruolo di vicepresidente". Così riferisce alla fine della riunione - tenutasi ieri nella sala Rostagno di Palazzo delle Aquile - Fabrizio Ferrandelli, che inoltre spara a zero contro la maggioranza. "Siamo disinteressati - aggiunge - al balletto e ai giochi di posizionamento interni alla maggioranza orlandiana. A quasi due mesi dalle elezioni comunali, registriamo ancora un caos istituzionale a cui pensiamo si debba porre fine". 

"I consiglieri di opposizione - afferma ancora Ferrandelli - auspicano che si privilegino gli interessi della città e non i posizionamenti interni. Ci preme soltanto iniziare da subito ad occuparci della questioni reali contribuendo con i nostri contenuti e la nostra visione alla loro risoluzione. Pertanto ci auguriamo che già da lunedì prossimo possa esserci un presidente eletto così da dare avvio pieno alla consiliatrura".

Intanto potrebbe estendersi la fronda tra gli orlandiani se dovessero essere confermate le perplessità di Sandro Terrani (Mov139) su Totò Orlando. Sarebbe il quarto "no" tra Mov139 e Palermo 2022, dopo quelli espressi da Giulio Cusumano, Mimmo Russo e Fabrizio Ferrara. La prima seduta del Consiglio, programmata per lunedì, si avvicina e la maggioranza non ha ancora trovato il bandolo della matassa. L'abilità politica del sindaco Leoluca Orlando e il "soccorso esterno" di Forza Italia fanno però pendere la bilancia a favore del tandem Totò Orlando-Giulio Tantillo, anche se i numeri non sono del tutto blindati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio comunale, nuovo candidato alla vicepresidenza? L'identikit porta ad Anello

PalermoToday è in caricamento