Venerdì, 22 Ottobre 2021
Politica

Il Comune presenta PagoPa: per multe e tasse basterà un clic

Il sistema di pagamento, al momento operativo solo per le contravvenzioni, verrà presto esteso a imposte comunali, rette scolastiche e ingressi nei musei. Orlando: "Continua il cammino di innovazione dell'amministrazione comunale"

Quando entrerà a regime, consentirà ai palermitani di pagare tasse comunali, multe, ingresso nei musei e rette scolastiche stando comodamente a casa davanti al pc. Risparmiando tempo e, in alcuni casi, anche denaro. Stiamo parlando di PagoPa (dove Pa sta per pubblica amministrazione) ed è il sistema elettronico dei pagamenti previsto dall’Agenda digitale italiana per velocizzare la riscossione dei crediti, ridurre i costi e uniformare i servizi agli utenti.

Operativo da un mese - ma soltanto per le contravvenzioni - PagoPa è stato presentato oggi pomeriggio dal sindaco Leoluca Orlando, dall'assessore all'Innovazione Gianfranco Rizzo, dal presidente della Sispi Francesco Randazzo e dal capo area del settire Innovazione Tecnologica Gabriele Marchese. "Continua il cammino di innovazione dell'amministrazione comunale - ha detto il primo cittadino -. Palermo il prossimo anno sarà Capitale europea della cultura, intesa non solo come musica, arti figurative o quant'altro, ma anche come cultura digitale. L'obiettivo è infatti quello di coniugare le radici con le ali".

Per accedere a PagoPa è sufficiente entrare nel sito istituzionale del Comune (www.comune.palermo.it) e cliccare nella sezione "Portale dei Servizi On Line", registrarsi per poi procedere al pagamento. Presto ci sarà anche un richiamo nella home page per guidare meglio gli utenti. L'amministrazione comunale, inoltre, conta al più presto di estendere i pagamenti alle imposte comunali ed altri servizi. "Faremo di tutto - ha annunciato Marchese - per essere pronti entro aprile per il pagamento della prima rata della Tari. Man mano che si avvicineranno le altre scadenze, contiamo di rendere operativo il pagamento tramite PagoPa".

Il sistema consente, nel caso delle multe ad esempio, di far risparmiare al cittadino le spese di notifica, di spedizione e le commissioni che normalmente si pagano alla Posta. "La riconciliazione della contravvenzione - ha sottolineato Marchese - è immediata. Ciò significa che non si verificheranno più disguidi come multe inviate due volte, perché con il pagamento online ci sarà subito l'estinzione dell'atto. Tutto finirà in un unico database". 

"Da Roma in giù - ha spiegato l'assessore Rizzo - Palermo è l'unica grande città ad attivare PagoPa, la quarta a livello nazionale. Un risultato che arriva grazie anche all'anello telematico, che mette in connessione i nostri uffici e consente loro di dialogare. Nel caso di PagoPa, i servizi messi a punto da Sispi hanno aperto le porte anche ad altri Comuni della Città metropolitiana". "L'apporto della nostra società - ha concluso il presidente della Sispi Randazzo - è quello di fornire gli strumenti informatici necessari a rendere rapidi, veloci e sicuri i pagamenti online".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune presenta PagoPa: per multe e tasse basterà un clic

PalermoToday è in caricamento