Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica

Sindaco Orlando, addio ferie: in ufficio anche a Ferragosto

Il primo cittadino resterà inchiodato alla scrivania. Giornate roventi, quasi interamente dedicate al lavoro. Intanto arriva l'ok al bilancio di previsione: "Dissesto alle spalle, adesso possiamo programmare il futuro della città"

Il sindaco Leoluca Orlando

Ma quale agosto sotto l'ombrellone. Per il sindaco Orlando le vacanze vere sono un antico ricordo. Cambiata la musica: inchiodato alla scrivania. Mentre il collega Enzo Bianco lascerà Catania per concedersi una puntata in Irlanda insieme alla figlia, dallo staff del primo cittadino palermitano, fanno sapere che l'ex portavoce dell'Idv resterà rigorosamente in città. La giunta comunale potrebbe essere infatti chiamata a riunirsi in ogni momento in questo mese di agosto. “Il lavoro da fare – hanno spiegato gli uomini dello staff di Orlando all’Adnkronos - e le questioni da risolvere non mancano di certo. Quindi niente vacanze”.

Sarà un Ferragosto quasi interamente dedicato al lavoro per Orlando che di fronte alle tante, troppe emergenze che affliggono Palermo, non potrà se non per qualche piccola 'boccata d'ossigeno' in fatto di relax, evadere dal suo ufficio. Impegni istituzionali e il solito nodo rifiuti. Orlando non si allontana da casa. E per lui in fondo è una novità. Abituato com’è alle estati movimentate. Nel passato Orlando si è quasi sempre concesso alcune vacanze-lavoro. Anche in Sud America, tra Ecuador e Colombia, dove qualche anno fa fu promotore di una campagna per i diritti umani.

Intanto il sindaco ha appena presentato il bilancio triennale di previsione 2013-2015. La Giunta ha dato l’ok. Il valore complessivo della manovra è di oltre 1 miliardo e 300 milioni di euro. Gli investimenti aumentano del 22 per cento rispetto allo scorso anno, raggiungendo i 385 euro ad abitante. "Il dissesto ed il crac - ha detto Orlando - sono alle spalle. Adesso possiamo programmare il futuro della città".

Soddisfatto anche l'assessore al Bilancio Luciano Abbonato: “Siamo riusciti in meno di un anno a mettere in sicurezza i conti del Comune. La macchina si è rimessa in moto, dopo un estenuante tour de force. Eravamo sotto osservazione della Corte dei conti per i disastri finanziari che avevamo trovato”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindaco Orlando, addio ferie: in ufficio anche a Ferragosto

PalermoToday è in caricamento