menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Almaviva, presentato emendamento M5S: "20 milioni per settore call center"

Nel giorno della manifestazione dei lavoratori i parlamentari del Movimento dichiarano: "Sappiamo bene che si tratta di una misura 'tampone'. Certo è che la sede di Palermo non può essere né soppressa, né trasferita"

I parlamentari del Movimento 5 Stelle si schierano al fianco dei lavoratori di Almaviva che oggi stanno manifestando per l’incertezza del futuro che li attende. "Il percorso è lungo e complesso - dichiarano in una nota i parlamentari Davide Aiello, Roberta Alaimo, Valentina D’Orso, Filippo Perconti e Adriano Varrica - ma abbiamo presentato al decreto Milleproroghe un emendamento per stanziare 20 milioni di euro per il 2020 per il finanziamento delle misure di sostegno al reddito per i lavori dipendenti dalle imprese del settore dei call center che avrà impatto anche su Almaviva a Palermo".

Un segnale di vicinanza per i lavoratori che ieri sera hanno sfilato con fiaccole e lumini anche a Palermo, da piazza Vittorio Veneto fino in via Cordova. "Sappiamo bene - continuano - che si tratta di una misura 'tampone' in attesa delle soluzioni strutturali che emergeranno dal tavolo ministeriale per il futuro del settore. Certo è che la sede di Palermo non può essere né soppressa, né trasferita - affermano i parlamentari nazionali firmatari dell’emendamento - e da parte del M5S c’è il massimo impegno. Ci adoperiamo da mesi per risolvere la crisi perché i posti di lavoro vanno salvati ed è questo il nostro primo obiettivo. Continueremo a dedicarci ai call center in sinergia con il Ministro Catalfo e il sottosegretario Di Piazza ai quali la vicenda Almaviva sta particolarmente a cuore”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento