menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vertenza Unicredit, il nuovo anno comincia bene: si sbloccano le assunzioni in Sicilia

Il Gruppo assumerà una decina di persone nei primi mesi del 2019. Il segretario nazionale First Cisl Gabriele Urzì: "Non risolvono certo il problema degli organici nell’Isola ma rappresentano un positivo segnale di inversione di tendenza"

In Sicilia Unicredit assumerà una decina di persone. E' questo l'esito della tre giorni che si è svolta a Milano dal 19 al 21 dicembre scorso alla quale hanno partecipato i sindacati. A darne notizia è Gabriele Urzì, segretario nazionale First Cisl Gruppo Unicredit che sottolinea il grande lavoro svolto unitariamente dalle sigle sindacali dopo le iniziative di mobilitazione realizzate negli ultimi mesi: "Le assunzioni non risolvono certo il problema degli organici nell’Isola ma rappresentano un positivo segnale di inversione di tendenza. L’azienda ha fornito risposte alle problematiche da tempo sul tavolo e cioè pressioni commerciali, carenza di organici, formazione insufficiente e disorganizzata e disfunzioni organizzative". 

In particolare per gli organici nei primi mesi del 2019 saranno 110 le nuove assunzioni destinate alle filiali e suddivise nelle sette Regioni di Unicredit presenti sul territorio nazionale (con contratto a tempo determinato con durata di cinque mesi) che si aggiungono alle assunzioni già previste per il 2019 in base agli accordi stipulati (420 nuovi assunti in tutto il Paese). "Le 420 nuove assunzioni - conclude Urzì - saranno anticipate ai primi sei mesi del prossimo anno al fine di programmare in tempo utile il turn over dei lavoratori in uscita a luglio 2019 per esodi e pensionamenti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento