menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I vincitori del premio

I vincitori del premio

Start Cup Sicilia, la palermitana ResourSEAs aggiuda l’edizione 2016

Il progetto consiste nella valorizzazione dei principali componenti dell'acqua di mare ossia l'acqua dolce, il sale (NaCl) ed il magnesio. La finale si è svolta nella sede UniCredit di Palermo

La startup palermitana ResourSEAs si è aggiudicata l’edizione 2016 di Start Cup Sicilia che si è svolta oggi a Palermo, nella sede della Region Sicilia di UniCredit. Il progetto della ResourSEAs consiste nella valorizzazione dei principali componenti dell’acqua di mare ossia l’acqua dolce, il sale (NaCl) ed il magnesio, con un approccio di integrazione ed ottimizzazione di processo che punta all’industrializzazione di un metodo innovativo di estrazione del magnesio da salamoie esauste. Alla finale della Start Cup Sicilia hanno partecipato le 12 idee imprenditoriali che si sono classificate ai primi tre posti nelle competizioni promosse dalle Università siciliane: Connessi in Presa Diretta, Site Assistant, Organic Energy nella Start Cup Catania; Kit House, Smart Farm, Crocchè nella Start Cup Enna; Cardio App Device, Heatbox, Riffsquare nella Start Cup Messina e ResourSEAs,  Supercritical Energy, Eng. Co. Sys. nella Start Cup Palermo. 

La premiazione è stata introdotta dagli interventi di Fabrizio Micari, Rettore dell’Università di Palermo, e Sebastiano Musso, Regional Manager Sicilia di UniCredit; a seguire si sono svolte le presentazioni (elevator pitch) delle dodici idee imprenditoriali finaliste. 
Erano presenti, in rappresentanza delle quattro Start Cup siciliane federate alla Start Cup Sicilia, i docenti universitari Daniela Baglieri dell’Università di Messina, Rosario Faraci dell’Università di Catania, Vincenzo Fasone dell’Università “Kore” di Enna e Marcantonio Ruisi dell’Università di Palermo. La premiazione è stata effettuata da Roberto Cassata, Responsabile Sviluppo del Territorio Sicilia di UniCredit. 

Il Premio della Start Cup Sicilia consiste, per i primi sei selezionati, nella partecipazione, con il pagamento della quota di iscrizione, al Premio Nazionale per l’Innovazione, in programma quest’anno a Modena i giorni 1 e 2 dicembre. Sono stati selezionati per il Premio Nazionale per l’innovazione, oltre a ResourSEAs, anche le start up Connessi in Presa Diretta, Kit House, Cardio App Device, Heatbox, Supercritical Energy. Le idee imprenditoriali innovative che hanno partecipato alla fase finale di Start Cup Sicilia sono state valutate da un Comitato Tecnico Scientifico composto da due rappresentanti delle Start Cup federate (Catania, Enna, Messina e Palermo), dal referente della Start Cup Sicilia, Marcantonio Ruisi, da Roberto Cassata di UniCredit.

Nell’ambito di Start Cup Sicilia è stato conferito al dottore Salvatore Tramonte il “Premio al talento e all’innovazione” alla memoria di Daniele Ragaglia, un dottorando di ricerca dell’Ateneo palermitano prematuramente scomparso la scorsa estate, scientificamente impegnato sui temi dell’innovazione tecnologica e della startup d’impresa. “L’innovazione - ha affermato Sebastiano Musso di UniCredit - è richiesta dal mercato per competere e crescere. UniCredit è fortemente impegnata a supportare la fase di lancio e di espansione delle idee più innovative che consentano di creare nuovi prodotti e servizi.  Il nostro obiettivo è quello di attivare una serie di azioni perché non solo aumenti il numero di start up in Sicilia ma anche la loro qualità”.

Obiettivo di Start Cup Sicilia è quello di sostenere la ricerca e l’innovazione finalizzata allo sviluppo economico della Sicilia. In particolare Start Cup Sicilia intende diffondere la cultura d’impresa nel territorio, in particolare in quei settori professionali e accademici tradizionalmente distanti dal mondo delle imprese. L’iniziativa è stata rivolta, pertanto, a coloro che hanno brillanti idee imprenditoriali basate sull’innovazione e aspirano a costituire un’impresa.

LE DODICI STARTUP FINALISTE

Start Cup CATANIA
Connessi in Presa Diretta: è uno Spin-Off dell’Università degli Studi di Catania che propone un’attività di coaching aziendale per la gestione delle risorse umane allo scopo di migliorare la capacità innovativa e i risultati delle PMI, adottando gli strumenti del Teatro d’Impresa e una visione emozionale dell’organizzazione.

Site Assistant: Site Assistant è una startup innovativa a servizio dei professionisti e delle imprese del mondo delle costruzioni, che tramite una piattaforma digitale integrata (App Web e Mobile) supporta le attività di cantiere, genera automaticamente i documenti obbligatori e crea delle etichette codificate (QRcode+NFC) per la tracciabilità univoca dei materiali, da applicare sui provini prelevati in cantiere. Il tecnico deve solo scattare una foto e le informazioni saranno associate automaticamente, rendendo dunque la stessa foto mezzo di trasporto dei dati necessari a catalogare, annotare, avvisare, controllare, creare documenti.

Organic Energy: L’idea imprenditoriale si propone di risolvere l’emergenza rifiuti nelle aree urbane ed extra-urbane, soprattutto del Sud Italia. La mission di Organic Energy consiste nel progettare un impianto di digestione anaerobica, di dimensioni ridotte rispetto agli esistenti, che possa essere installato in modo sicuro in tutti quei luoghi ove vi sia un’affluenza quotidiana di persone, dove vengono prodotti molti rifiuti organici da dover smaltire in tempi brevi.

Start Cup ENNA
Kit House: Il progetto KIT HOUSE ha origine dalle conoscenze sviluppatesi grazie agli studi di economia aziendale e architettura edile, presso l’Università Kore di Enna. Si tratta di un’idea innovativa che mira a soddisfare il bisogno degli acquirenti che ricercano nuove tecniche di costruzione a secco che permettano di abbattere notevolmente i tempi di attesa nella realizzazione del progetto. Alcuni dei principali materiali innovativi utilizzati nella costruzione degli immobili sono il soffitto teso e l’X-LAM, un prodotto ingegnerizzato in legno composto da almeno tre strati di tavole in legno di conifera reciprocamente incrociati ed incollati.

Smart Farm: Il progetto Smart Farm wine nasce dall’obiettivo di creare delle tecnologie di visione artificiale per il monitoraggio completo del ciclo di produzione dell’uva. Il prodotto Smart Farm wine si rappresenta come un software di prevenzione agricola in grado di monitorare tramite tecnologie hardware l’intero ciclo biologico e le fasi di crescita delle piante correlato al sistema di irrigazione e concimazione, fondamentale per un monitoraggio delle risorse e un miglioramento della resa. L’architettura della tecnologia permette di essere scalabile e facilmente adattabile ad aziende di estensione diverse e di analizzare allo stesso tempo colture di vario tipo come il pomodoro, il vigneto e l’olivo.

Crocchè: Crocchè è un progetto imprenditoriale pensato e creato da giovani studenti siciliani: Antonio Avanzato, Antonio Vivoli e Cristina Volpe, iscritti al corso di laurea di Economia Aziendale dell’Università degli studi di Enna Kore. Il progetto è legato all’attività del settore della ristorazione  e in modo particolare posizionato nell’area dello street-food attraverso un fast-food. Il progetto mira ad offrire un prodotto finale che vada sopra gli standard facendo della genuinità e qualità i suoi punti di forza. Inizialmente si ipotizza di aprire un punto vendita a Roma; in seguito dopo aver creato una base economicamente solida si punterà a attaccare i mercati europei aprendo altri due punti vendita rispettivamente a Parigi e a Berlino.

Start Cup MESSINA
Cardio App Device:  La Società CARDIOAPP nasce dall’idea di coniugare competenze medico-scientifiche e competenze tecnogiche ed informatiche al fine di creare App medicali utilizzabili su tablet e telefonini.  Il gruppo di ricerca, diretto dal Prof. Carerj, professore associato di Malattie dell’Apparato Cardiovascolare presso l’Università di Messina, intende sviluppare applicazioni utilizzabili, in primo luogo, da personale medico-sanitario al fine di stratificare il rischio cardiovascolare e poter indirizzare quindi una terapia tagliata sul singolo paziente. 

Heatbox:  Il progetto che Heatbox presenta è un contatore di calore che permette di misurare l'energia termica dissipata e di automatizzare l'impianto di riscaldamento. Esso ha come cuore un oggetto che sta alla base del sistema di controllo e contabilizzazione del calore, permette di ottenere una misura diretta e reale della quantità di calore consumato in un edificio, e di controllare in modo automatico l'apertura e la chiusura dei termosifoni al fine di ridurre gli sprechi energetici. Il sistema inoltre è progettato per permettere all'utilizzatore di visualizzare i dati e controllare il sistema tramite internet.

Riffsquare: Riffsquare è una piattaforma che permette di trovare i musicisti nelle vicinanze, dando la possibilità a chiunque di scegliere gli musicisti migliori per il proprio evento. Il progetto non si concentra solo sulla ricerca della domanda/offerta di musicisti ma dà la possibilità agli stessi musicisti di cercare nuove figure da introdurre nel gruppo. Questo progetto non si basa solamente sulla possibilità di creare posti di lavoro nel mercato musicale, ma soprattutto dare un’opportunità al pubblico di approfittare di un servizio di recensione degli musicisti, e quindi fornire un servizio per tutti coloro che desiderano selezionare la musica più adatta al proprio evento.

Start Cup PALERMO
ResourSEAs: Il progetto della ResourSEAs consiste nella valorizzazione dei principali componenti dell’acqua di mare ossia l’acqua dolce, il sale (NaCl) ed il magnesio, con un approccio di integrazione ed ottimizzazione di processi esistenti, ma, soprattutto, puntando alla messa a punto ed industrializzazione di un processo innovativo per l’estrazione di magnesio da salamoie esauste.

Supercritical Energy:  La start up nasce dal desiderio di offrire un servizio innovativo ed unico nel suo genere: lo smaltimento di rifiuti tramite una tecnologia sicura, ambientalmente sostenibile e in grado di produrre dai rifiuti metano da immettere in rete. La start up propone una tecnologia avanzata basata sulle proprietà dell’acqua in condizioni supercritiche e derivata direttamente dalla ricerca scientifica universitaria. La tecnologia si basa su impianti di dimensioni medio-piccole da collocare in prossimità dei centri di produzione dei rifiuti, secondo un modello di gestione dei rifiuti a “km0”.

Eng. Co. Sys.: Il progetto di impresa intende immettere sul mercato un drone marino con elevate ed innovative caratteristiche tecniche, altamente customizzabile, con un prezzo di mercato fortemente contenuto, e delle boe dati tecnologicamente avanzate. Dalla ricognizione in tempo di conflitto alle operazioni di prevenzione e sicurezza durante gli interventi per catastrofi naturali, i droni marini e sottomarini stanno trovando sempre maggiore diffusione anche in virtù del rapido sviluppo tecnologico e delle soluzioni avanzate che li accompagnano. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento