Reddito di cittadinanza: favorevole il 56% dei siciliani, ma per uno su due è assistenzialismo

E' quanto emerge dal sondaggio condotto da Demopolis fra i lettori di PalermoToday, CataniaToday e Agrigento Notizie. La misura è giudicata un aiuto concreto per chi è economicamente disagiato. Dall'82% degli intervistati sì all'aumento delle pensioni minime

I risultati del sondaggio effettuato da Demopolis

Il 56% dei siciliani vede con favore l’introduzione del reddito di cittadinanza, la misura di sostegno voluta dal governo nazionale per chi è senza lavoro e vive sotto la soglia di povertà; il 35% si dichiara invece contrario. E' quanto emerge dal sondaggio condotto in Sicilia dall’Istituto Demopolis per il gruppo editoriale Citynews.

Se il 53% ritiene che il reddito di cittadinanza, voluto dal Movimento 5 Stelle, rappresenterà effettivamente un aiuto concreto per chi vive in condizioni di disagio economico, incentivando in parte il potere d’acquisto delle famiglie; una percentuale significativa del 48% teme però che il reddito di cittadinanza possa rivelarsi una ennesima forma di assistenzialismo, soprattutto a causa della scarsa efficienza dimostrata dai centri regionali per l’impiego negli ultimi anni. 

Cresce all’82% la percentuali di quanti si dichiarano favorevoli alla proposta di aumento delle pensioni minime: più di 8 intervistati su 10, giovani compresi. Secondo i dati del sondaggio condotto online dall’Istituto Demopolis - fra i lettori delle testate PalermoToday, CataniaToday e Agrigento Notizie - negli ultimi 5 anni, nella percezione del 51% degli intervistati, è peggiorata la condizione economica delle famiglie; il 42% non registra variazioni. E in una condizione di marcata vulnerabilità economica, spiegano i ricercatori di Demopolis, rischiano di crescere anche gli egoismi e la concorrenza dei bisogni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm "spacca weekend" e spostamenti vietati: si cambia colore tra sabato e domenica?

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore: la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Musumeci chiede la zona rossa a Conte: "Altrimenti firmo io l'ordinanza"

  • Nuovo Dpcm: Governo conferma l'ipotesi dello stop all'asporto per i bar dopo le 18

  • La quindicenne costretta a prostituirsi: "Mi davano anche 150 euro a rapporto, ero un oggetto"

Torna su
PalermoToday è in caricamento