Economia

Dalla bottega nel cuore di Palermo ai mercati internazionali: esordio positivo a Piazza Affari per Giglio

L'azienda nata in città negli anni '60 oggi raccoglie una community di oltre 160 boutique indipendenti che compongono un'offerta di circa 500 brand della moda di lusso. L'ad Giuseppe Giglio: "La dedizione, l'entusiasmo e la passione ci hanno aiutato anche a trovare le strade giuste"

Da una piccola bottega di tessuti a conduzione familiare a un marchio che esporta lo stile in tutto il mondo, adesso anche quotato a Piazza Affari con ottime performance. Giglio.com ha debuttato infatti su Aim Italia (la Borsa italiana).  

Giglio.com rappresenta la diciottesima ammissione da inizio anno sul mercato di Borsa Italiana dedicato alle piccole e medie imprese e porta a 150 il numero delle società attualmente quotate su Aim Italia. In fase di collocamento Giglio.com ha raccolto 10,6 milioni di euro. Il flottante al momento dell'ammissione è del 18,03% e la capitalizzazione è pari a 58,6 milioni di euro. La quotazione è partita in rialzo el 4,1% a 5 euro.

L'azienda nasce negli anni Sessanta a Palermo, quando Michele Giglio eredita una bottega di tessuti e merceria. Nel 1996 viene lanciato il primo fashion store online e diventa tra i pionieri del settore in Italia. L'impresa oggi è guidata dai figli Giuseppe e Federico. E raccoglie una community di oltre 160 boutique indipendenti che compongono un'offerta di circa 500 brand della moda di lusso. Nel 2020 ha realizzato ricavi dalle vendite per 24,5 milioni di euro, in crescita del 38% sull'esercizio precedente (due terzi delle vendite sono realizzati all'estero). Nel 2019 Equilibrya è entrata nel capitale diventando azionista di minoranza con una quota del 15%. Giglio.com è una di quelle realtà che hanno deciso di sfidare il mercato in un momento di congiuntura complicata.

"La quotazione - ha detto il presidente e ad Giuseppe Giglio a MF-Dowjones - risponde alla necessità di dotarci delle risorse finanziarie utili principalmente all'internazionalizzazione in termini non solo di customer base ma anche di supply chain. Nel nostro settore oggi abbiamo il mondo davanti: nell'e-commerce, come market place, abbiamo la possibilità di agire in un mondo globalizzato che presenta tantissime sfide. Guardiamo a tutti i mercati, da quelli più maturi come gli Stati Uniti alla Russia e all'Asia, ma anche ai mercati Mediorientali e all'Africa come continente da scoprire. Abbiamo sempre cercato di percorrere la nostra strada senza prestare troppa attenzione alle avversità, come quelle presentate oggi dal mercato e dalla situazione macroeconomica. In questo ho fatto tesoro dell'insegnamento di mio padre che, nonostante le difficoltà contingenti ha sempre guardato avanti e fatto crescere il business. La dedizione, l'entusiasmo e la passione ci hanno aiutato anche a trovare le strade giuste, come quella della digitalizzazione che si è dimostrata vincente".

Quali le aspettative per il titolo? "Siamo a confronto del mercato ora, per noi è un vero esordio. Siamo abituati a confrontarci con noi stessi oggi invece ci confrontiamo con un'entità che non conosciamo e che rispetteremo perchè il suo giudizio sarà sovrano", dice Giglio. L'azione al momento è in rialzo del 3,54% dopo aver superato il +8%.  

Fonte Dire
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla bottega nel cuore di Palermo ai mercati internazionali: esordio positivo a Piazza Affari per Giglio

PalermoToday è in caricamento