Economia

Fiat di Termini, Crocetta: Regione pronta a compartecipazione

Lo ha annunciato il Governatore intervenuto al congresso regionale della Cisl. “Disponibili verso chi si assumerà il compito di rilanciare lo stabilimento e l'area di Termini Imerese anche attraverso il sostegno a parte del reddito dei lavoratori"

La Regione è disponibile a forme nuove di compartecipazione con chi si assumerà il compito di rilanciare lo stabilimento Fiat e l'area di Termini Imerese anche attraverso il sostegno a parte del reddito dei lavoratori". A lanciare la proposta è il Governatore, Rosario Crocetta, intervenendo al congresso regionale della Cisl in corso a Palermo.

Crocetta ha criticato la Fiat perché “da un lato vuol lasciare lo stabilimento e dall'altro si defila dal confronto impedendo così che altri subentrino per rilanciare la fabbrica”. E ha citato l'esempio della Dr Motor. “All'azienda servivano 16 milioni di euro per potere partire, ma tutto si è arenato per colpa della Fiat - ha sostenuto Crocetta - La Regione è pronta a mettere in campo questi 16 milioni attraverso forme nuove di finanziamento. Non si tratta di aiuti di Stato ma di una idea di sviluppo innovativa”. Crocetta ha sollecitato la Cisl perché assieme al governo lavori al piano di rilancio della Fiat, “in modo da presentarci uniti di fronte al prossimo ministro per lo Sviluppo”.

MANIFESTAZIONE AUTO - Una manifestazione nazionale a Roma dei settori dell'auto, della componentistica e della mobilità: è la proposta che, da Termini Imerese, il segretario generale della Fiom, Maurizio Landini, lancia a Fim e Uilm. "E' necessaria una politica industriale che rilanci le attività e l'occupazione - ha detto Landini - e in questo contesto - ha aggiunto - la vertenza della Fiat di Termini Imerese è prioritaria ed emblematica". (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiat di Termini, Crocetta: Regione pronta a compartecipazione

PalermoToday è in caricamento