Virus, la Fials: "Sicilia come la Toscana, indennità di 45 euro al giorno agli operatori sanitari"

La segreteria della Federazione Italiana Autonomie Locali e Sanità rilancia la possibilità di proporre quanto già sottoscritto tra Regione Toscana e i sindacati per garantire un riconoscimento economico a tutti quei lavoratori della impegnati in questa difficile battaglia

Un protocollo d'intesa regionale per il riconoscimento di rischio biologico con premialità aggiuntive a favore del personale sanitario tutto, medico, infermieristico, tecnici laboratoristi e radiologi, Oss, amministrativi front-office, addetti alla sanificazione. Accordo da stipulare nella fase della gestione del contagio nell’emergenza contro il Covid-19. La segreteria della Fials-Confsal rilancia in Sicilia la possibilità di proporre quanto già sottoscritto tra Regione Toscana e i sindacati per garantire un riconoscimento economico a tutti quei lavoratori della sanità impegnati in questa difficile battaglia. 

L’intesa siglata in Toscana e già stata  riconosciuta sotto altre forme in Lombardia, prevede l’assegnazione di un indennizzo biologico temporaneo, straordinario e per turno di lavoro, a titolo di disagio e rischio biologico a quanti sono impegnati nella battaglia al virus. Il protocollo prevede questi riconoscimenti a partire dal 17 marzo, quando è stato emanato il Dpcm  per fronteggiare il contrasto al contagio contro il coronavirus. L’importo del rischio biologico è differenziato in rapporto al livello di esposizione al rischio e destinato ai lavoratori interinali, ai lavoratori con contratto a tempo determinato o convenzionati. I lavoratori del comparto sono suddivisi in tre fasce di rischio dalla più alta alla più bassa e percepiscono 45 euro giornalieri, 25 o 20, mentre i medici sono suddivisi in due fasce da 45 e 25 euro. 

“Gli operatori sanitari impegnati nei reparti di Malattie infettive – spiega Enzo Munafò, segretario provinciale Fials Palermo – hanno già una indennità di rischio prevista dal CCNL che  avrebbero, le amministrazioni, dovuto già  estendere a tutti coloro che in queste settimane sono stati impegnati nella cura dei pazienti affetti da Covid-19. Ciascuno di loro non solo corre di continuo un grave rischio di contagio, ma come è giusto che sia, le amministrazioni hanno intimato loro di non svolgere più attività sanitaria con sistema premiante o a prestazione,  rinunciando in molti casi a  prestazioni rese che garantivano loro indennità economiche aggiuntive. Per questo motivo riteniamo sia gratificante pervenire a un accordo sindacale sottoscritto in un protocollo per premiare questi lavoratori dimostrando una volta per tutte la reale e concreta vicinanza”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Munafò aggiunge: "In questi giorni di fronte ai guasti, sotto gli occhi di tutti, i politici dichiarano di volere una sanità  gestita a livello centrale, l'assessore  Razza dimostri che il nostro personale sanitario non vale meno dei colleghi del Nord. La Fials è  pronta alla sottoscrizione, ci dica come è quando".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stretta anti covid, ecco l'ordinanza: mascherine all'aperto, divieto di stazionare in strada

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

  • Reddito di cittadinanza, per il mese di sospensione potranno essere chiesti i buoni spesa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento