Consorzio Sintesi, le rassicurazioni del presidente: "Stiamo lavorando per il rinnovo della commessa Wind"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Questa comunicazione vuol essere una voce assicurante sul futuro di tutti Voi, che siete il fulcro del progetto  del Consorzio Sintesi. Voglio rassicurarvi che il sottoscritto e l'intero cda del Consorzio stanno lavorando da mesi per il rinnovo dell’attività su tutti i presidi. Le Trattative richiedono equilibrio e ponderazione e comprendere le ragioni degli altri e rappresentare le proprie.

Già ieri sera si è tenuta in video conferenza una riunione con i preposti di Wind 3 sulla tematica rinnovo del contratto, dalla riunione si è potuto riscontrare che Wind 3 ha buone intenzione di riprendere il suo cammino, grazie anche al lavoro fatto dai sindacati e dagli Enti locali, per un nuovo rinnovo.

In questo viaggio che portiamo avanti dl 2007 ma iniziato a germogliare nel 2006 abbiamo trovato insieme agli amici di percorso una soluzione volta a garantire il diritto al lavoro di tutti. Abbiamo avuto in particolare a Palermo e Roma degli amici dei corpi intermedi, i sindacati con i quali tra gli altri e bassi abbiamo comunque condiviso un’idea le che è quella della dignità del lavoro in particolare delle categorie fragili intese nella più ampia accezione. In particolare l’amica Mimma Calabrò della Fisascat Cisl è stata fiera avversaria in alcuni momenti come strenua protettrice del progetto in altri, gettando cuore oltre l ‘ostacolo per garantire il lavoro ed insieme abbiamo raggiunto importanti risultati in termini di welfare. L’alert lanciato ieri sulla stampa è l’ennesima riprova del suo attaccamento al progetto ed ai diritti degli ultimi ricordando nel suo intervento pubblico l’attenzione posta da Wind3 da sempre alla responsabilità sociale d'impresa. Quindi un grazie di tutto cuore Le va rivolto. Su Roma abbiamo trovato altri amici sempre della Fisascat in Diociaiuti e la Catizzone che sempre si prodigano per aiutare il progetto e richiamare le istituzioni alle proprie responsabilità. 

Enzo Rimicci foto-2Non ultima Wind3 che in questi anni è stata l’unica impresa Italiana a portare avanti un progetto cosi ambizioso sui disabili utilizzando uno strumento inviso. a molti ovvero l’art.14 delle legge Biagi , nome che evoca il rispetto di tutti Noi. La società Wind 3 in questi anni ha subito profonde modifiche societarie e naturalmente ciò ha comportato anche un nuovo modello di approccio da entrambi le parti, ma nonostante alcune complicazioni i patti sono stati sempre rispettati con coerenza da parte loro.

Stiamo trattando il rinnovo e, credo che grazie alle sollecitazioni esterne succitate e dal reciproco rispetto che stiamo affinando in questi gg con la dirigenza Wind 3 con l’obiettivo comune di non gettare al vento un progetto così alternativo ricco di speranze e d’esempio per molti, ciò porteremo a breve, il proseguo di questa esperienza. Quindi anche i nuovi amici di percorso saranno parte della ns. vita  anche nella nuova modalità operativa di lavoro  che siamo mettendo in piedi e che consentirà a Tutti Noi di. Avere un nuovo approccio con il lavoro anche grazie alla reciproca collaborazione. So che sino al termine di questa trattativa ormai  arrivata alla conclusione  avremo vicino a noi gli amici di viaggio sopracitati che vigileranno sul buon andamento della conclusione condividendola con gli organi Preposti , CPI e dirigenti regionali che hanno il compito di controllo e verifica del progetto.

Wind 3 ritengo possa farsi vanto di un tal progetto che mette al centro le persone fragili, sta a noi dimostrare, con tutti limiti del caso, di essere soggetti su cui si può contare, come noi sappiamo che possiamo contare sui tanti amici che negli anni si sono uniti a noi condividendo l‘idea alla base del progetto. Nessuno va lasciato indietro.  
 

Torna su
PalermoToday è in caricamento