Economia

Coop annuncia la cessione dei punti vendita, l'appello di Cgil e Filcams: “Non abbandoni Palermo”

Sei i supermercati interessati in città: dovrebbero passare al gruppo Radenza. Sindacati preoccupati per la tenuta occupazionale dell'azienda: "Chiediamo di conoscere il piano industriale"

Il punto vendita al Forum

Dopo il sindaco Orlando anche Cgil e Filcams lanciano un appello alla Coop affinchè non abbandoni Palermo. Pochi giorni fa la cooperativa ha annunciato la cessione della rete dei punti vendita presenti in Sicilia al Gruppo Radenza. Sei i supermercati interessati in città. “Ci preoccupa molto - dichiarano i sindacati - che un'azienda come Coop Alleanza 3.0 possa lasciare Palermo. La speranza del sindacato e dei lavoratori è che una realtà come la Coop, che è stata baluardo di legalità e che ha garantito livelli occupazionali e qualità del lavoro, rimanga e non abbandoni la nostra terra. Chiediamo - continuano - di conoscere il piano industriale, pronti a partecipare alla discussione assieme a delegate e delegati".

Il segretario generale Cgil Palermo Mario Ridulfo e il segretario  Filcams Cgil Palermo Giuseppe Aiello esprimono forte preoccupazione per la tenuta occupazionale dell'azienda che è stata per tanti anni a Palermo una importante realtà economica e punto di riferimento ancora, attualmente, per 300 lavoratori e per l'utenza, con i due ipermercati Coop del Forum e della Torre e la rete dei supermercati di via del Fante, piazzetta  Bagnasco, Sperlinga e Di Marzo.

Il cda della cooperativa nei giorni scorsi, valutati più soggetti che hanno manifestato la volontà di acquisizione, ha individuato nel gruppo Radenza l'interlocutore più referenziato con cui avviare il percorso per procedere alla cessione della rete dei punti vendita di Palermo e della Sicilia con un rapporto di master franchising. La Filcams Cgil, negli incontri tenuti a  livello nazionale, ha chiarito che l’operazione non è accolta positivamente all’interno della catena, dove prevale la volontà delle lavoratrici e dei lavoratori di rimanere in una gestione diretta di Coop.

“Ancora non è stato sottoscritto nessun accordo con il potenziale acquirente, dal quale si attende di conoscere il piano industriale, il nome del Gruppo Radenza è stato finora solo  annunciato alle organizzazioni sindacali. Ma la preoccupazione è alta e contrastiamo l'idea di una vertenza - aggiungono Ridulfo e Aiello - il cui epilogo sia già definito come qualcuno ha già ventilato. Attendiamo la data per l'incontro con i sindacati. Chiediamo garanzie per i lavoratori. La  necessità è che vengano assicurati i livelli occupazionali  e il lavoro di qualità. Coop Alleanza 3.0 è stata un  esempio di legalità, solidità d'impresa e giusta mutualistica e non vorremmo - concludono - che tutto questo venisse meno”.

Ieri era stato il sindaco Orlando ad accendere i riflettori sul tema chiedendo ai vertici della cooperativa emiliana di ripensare, in questa fase così delicata di ripartenza, la scelta di disimpegno dalla città e dall'Isola.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coop annuncia la cessione dei punti vendita, l'appello di Cgil e Filcams: “Non abbandoni Palermo”

PalermoToday è in caricamento