Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Cresce il fronte del "No" alla Ztl: città cosparsa di volantini con i volti di Orlando e Catania

L’azione è rivendicata dalla pagina Facebook “Palermo merita di meglio”. Per i promotori della protesta, la reintroduzione della zona a traffico limitato e le strisce blu "fortemente volute dal sindaco e dall’assessore fungono solo ed esclusivamente da pizzo"

Centinaia di volantini raffiguranti il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore all’Urbanistica e alla Mobilità Giusto Catania sono stati lasciati sotto i tergicristalli delle auto posteggiate in centro contro la riattivazione delle strisce blu e della Ztl che (10 mila multe nella sola prima settimana). L’azione è rivendicata dalla pagina Facebook “Palermo merita di meglio”.

"Non possiamo tollerare questa gestione usuraia della Ztl - dicono i promotori della protesta - Le delle strisce blu durante un periodo così negativo per la nostra città: l’assenza di turisti, la chiusura di molte attività in centro a causa del lockdown e i trasporti pubblici ben lontani dall’essere efficienti sono solo alcuni problemi che non permettono a Palermo di tornare alla Ztl ed alle strisce blu. Queste misure fortemente volute dal sindaco e dall’assessore Catania fungono solo ed esclusivamente da pizzo. La Ztl con i suoi pass e la validità delle strisce blu anche dalle 14 alle 16 altro non sono che tasse inventate per fare cassa, per mettere una pezza alle gravi incapacità dell’amministrazione nel gestire a livello economico una città che non può e non deve basare le proprie entrate sulle multe".

Gli organizzatori della protesta rincarano la dose: "E’ oltremodo stucchevole, poi, come l’assessore Giusto Catania oggi paladino indefesso della Ztl estesa anche alle ore notturne fosse contrario a questo genere di misure nel 2008, arrivando a esprimere giudizi anche ruvidi contro l’allora sindaco Cammarata in riferimento proprio alla Ztl ' se il sindaco di Palermo non riesce nemmeno a partecipare al Festino di Santa Rosalia e fugge perché è incapace di affrontare le manifestazioni contro le tasse inventate per fare cassa vuol dire che è delegittimato anche dal popolo che lo ha eletto'. Ecco, lo invitiamo a tornare indietro sui suoi passi e smettere i panni dello strozzino che oggi appare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cresce il fronte del "No" alla Ztl: città cosparsa di volantini con i volti di Orlando e Catania

PalermoToday è in caricamento