Cronaca Tribunali-Castellammare

Ztl, non si placano le polemiche: "Deserto all'interno, il caos attorno"

A far imbufalire gli automobilisti le lunghe code nei percorsi alternativi, visti anche i cantieri per il collettore fognario in via Crispi. I commercianti invece temono un drastico calo dei loro affari. Ecco le loro proposte al sindaco

Siamo al terzo giorno, ma la Ztl continua a far discutere. Soprattutto sui social network, of course. A far imbufalire gli automobilisti il caos attorno al perimetro, mentre i commercianti sono sul piede di guerra all'interno c'è il... deserto.

Già, perchè sono in tanti quelli che hanno deciso di non fare il pass (e non hanno intenzione di spendere 5 euro per il tagliando giornaliero), così i percorsi alternativi hanno registrato il "tutto esaurito". Se poi ci si mette la presenza dei cantieri per il collettore fognario in via Crispi e quelli per il rifacimento dell'asfalto in viale Regione, ecco che il cocktail diventa esplosivo. Per esempio stamattina diversi lettori hanno segnalato di essere rimasti bloccati alla circonvallazione ("Un'ora dall'ex Motel Agip al Baby Luna", scrive Tiziana Giannilivigni). I rallentamenti si sono registrati nei pressi del ponte Corleone, vicino al Baby Luna, all'altezza della rotonda Einstein e dalle parti di via Pitrè. Code di auto anche nei pressi di corso dei Mille e più in generale nelle strade che fanno parte del perimetro, e quindi percorribili.

Non ci sono i cactus, ma assomiglia a un deserto invece la via Roma. Ragion per cui i commercianti sono parecchio preoccupati per i loro affari. Per questo hanno chiesto, e ottenuto, un incontro con il Comune. Definito positivo. Attorno al tavolo c'erano Leoluca Orlando, il vice sindaco Emilio Arcuri, gli assessori Giusto Catania e Giovanna Marano e le associazioni di categoria sul futuro della via Roma. Per Confesercenti Palermo erano presenti il direttore Michele Sorbera, la consigliera di giunta Aida Faraone e il coordinatore di Ancestor Vito Minacapelli.

“L’incontro è il risultato delle richieste avanzate dalla nostra associazione – dice Mario Attinasi, presidente di Confesercenti Palermo – il sindaco ci ha ascoltati e ha aggiornato la riunione alla prossima settimana. Restiamo fiduciosi e ribadiamo le nostre richieste per evitare che la via Roma muoia sotto gli effetti della Ztl: inversione del corso di marcia nel tratto Cavour-Stazione, parcheggi al Foro Italico e all’Anagrafe di piazza Giulio Cesare, navette gratuite di collegamento tra i parcheggi e il Cassaro e via Roma, maggiore attenzione al decoro, tre turni di pulizia al giorno, ripristino dei marciapiedi in via Roma, via Maqueda e corso Vittorio Emanuele, isola pedonale la domenica, eliminazione degli ostacoli all’apertura delle medie strutture".

(Foto in basso di Fabio Cassata e Tiziana Giannilivigni)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ztl, non si placano le polemiche: "Deserto all'interno, il caos attorno"

PalermoToday è in caricamento