menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il re e la regina d'Olanda provano le prelibatezze palermitane con il sindaco Orlando

Il re e la regina d'Olanda provano le prelibatezze palermitane con il sindaco Orlando

I reali olandesi ammaliati da Palermo, l'elogio sull'accoglienza dei migranti

Il re Willem Alexander e la regina Máxima sono arrivati scortati da 14 auto blu. Accolti dal sindaco ai Quattro Canti hanno raggiunto a piedi la sede del Comune. Poi tappa a Moltivolti, Palazzo dei Normanni e piazza della Memoria. Per concludere con un pranzo a Villa Niscemi

Solidarietà alla Sicilia che sta affrontando da sola e con grande coraggio la crisi dei migranti, un problema che riguarda tutti i paesi europei”. Con queste parole il re d'Olanda Willem Alexander, in visita a Palermo con la regina Màxima, ringrazia la città. Come da programma, i reali sono arrivati ai Quattro Canti a Palermo intorno alle 10. Scortati da ben 14 auto blu, i sovrani sono stati accolti dal sindaco Leoluca Orlando che ha raccontato loro la storia di questo importante angolo della città. Per la visita nel capoluogo siciliano, che segue quella romana avvenuta ieri, il re ha scelto un abito grigio con cravatta azzurra, mentre la regina ha indossato un elegante abito bianco arricchito da un cappello e una borsa color cuoio e da una semplicissima collana dorata. La coppia reale sorridenti hanno passeggiato fino a raggiungere piazza Pretoria dove si sono fermati qualche minuto ad ammirare la fontana.

GUARDA IL VIDEO DEL TOUR: COLORI E SAPORI STREGANO I REALI

Al loro seguito una schiera di giornalisti e curiosi, ai quali i sovrani non si sono sottratti: hanno salutato la folla più volte e si sono prestati alle foto. A seguire breve tappa istituzionale a Palazzo delle Aquile dove il re Willem Alexander e la regina Máxima hanno firmato il libro delle visite del Comune di Palermo e hanno ricevuto dei doni dal sindaco Orlando: una cartografia della Sicilia, un libro importante, di grande valore e due monili rappresentativi del periodo arabo normanno. Si tratta di una collana dal valore simbolico, con un ciondolo che riproduce il volto di Federico II, e un paio di gemelli per il re, sui quali viene riprodotto il rosone della Cattedrale. I sovrani ringraziano e più di una volta, mentre si guardano intorno dentro alla Sala delle Lapidi, esprimono il proprio apprezzamento: "Beautiful, very very beautiful".

Quindici minuti in tutto la durata dell'incontro. Da lì i sovrani si sono spostati nel cuore di Ballarò: ad attenderli nel coworking Moltivolti, l'assessore comunale Agnese Ciulla. Anche lì la regina Máxima non si è risparmiata: si è anche avvicinata alle transenne per salutare alcuni cittadini, fra i quali due bambini. "Siamo contenti di ricevere la visita di una personalità politica che proprio un anno fa ringraziava la Sicilia per la sua vocazione all'accoglienza e alla solidarietà fra i popoli" afferma Giovanni Zinna, uno dei fondatori di Moltivolti.

A seguire i sovrani hanno visitato la Questura, il Palazzo dei Normanni, la Cappella Palatina, il mercato del Capo (GUARDA IL VIDEO) e il monumento alla strage di Capaci in piazza della Memoria davanti al Tribunale. Concluderanno il tour con un pranzo a Villa Niscemi. Era dal 1985 che un sovrano olandese non venivata l'Italia. La visita non avrebbe il solo scopo di conoscere la città ma anche quello di studiare il modello di accoglienza degli immigrati che viene praticato in Sicilia e che è apprezzato in tutta Europa. A confermarlo è il Presidente della Regione Rosario Crocetta che stamattina ha ricevuto, insieme al sindaco, i reali atterrati all'aeroporto di Punta Raisi: "Benvenuti nell'isola più bella del mondo. Siamo onorati di questa visita".


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento