menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Ha violentato la figliastra minorenne": palermitano condannato a 7 anni

Tutto sarebbe iniziato nel 2012, nel periodo del terremoto in Emilia (i fatti sarebbero avvenuti a Ferrara). Proprio in occasione del sisma il palermitano avrebbe toccato la ragazzina mentre la ‘famiglia allargata’ dormiva tutta nello stesso letto dopo le scosse

L'accusa è terribile: avrebbe violentato la figlia minorenne della sua compagna. Un palermitano di 46 anni (S.G. le sue iniziali) è stato condannato a 7 anni di reclusione. L’accusa – sostenuta dal pubblico ministero Isabella Cavallari – gli ha contestato nel corso del processo anche l’aggravante di aver compiuto almeno una parte dei fatti quando la giovane aveva meno di 14 anni. Aggravante riconosciuta dal tribunale in sede di condanna. 

Il palermitano è stato condannato anche a risarcire i danni alla figliastra con 100mila euro. La vicenda (i fatti si sono svolti a Ferrara) è stata riportata dal sito locale Estense.com. La Procura aveva chiesto una condanna più alta mentre la difesa ha puntato tutto sull’assoluzione. Tutto sarebbe iniziato nel 2012, nel periodo del terremoto in Emilia:  proprio in occasione del sisma il palermitano avrebbe toccato la figliastra mentre la ‘famiglia allargata’ dormiva tutta nello stesso letto dopo le scosse.

La vicenda sarebbe continuata fino al 2013-2014, quando si sarebbe consumata una violenza sessuale vera e propria, con la giovane costretta a subire rapporti completi. In quell’occasione la ragazzina raccontò l’accaduto a un amico che poi la convinse ad andare dalla polizia e denunciare la vicenda. Da lì si attivò la procedura di protezione, con la ragazza portata in una struttura protetta per diverso tempo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento