menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trasporto illecito di rifiuti pericolosi, due arresti a Carini

In manette due pregiudicati di Palermo e Partinico. I carabinieri li hanno fermati mentre sulle loro moto Ape avevano circa 900 chili di materiale ferroso

Termosifoni, inferriate, grondaie, batterie al piombo, rottami di autovetture. C'era di tutto in quelle due moto Ape, tutto pronto ad essere "scaricato" abusivamente. Due uomini sono stati arrestati ieri a Carini mentre trasportavao illegalmente circa 900 chili di rifiuti speciali in due diverse operazioni dei carabinieri finalizzate proprio al contrasto dell'abbandono illecito dei rifiuti.

Il primo intervento dei militari è avvenuto nella tarda mattinata. I carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato P. L. M., un pregiudicato palermitano di 32 anni e residente a Carini in via Antonello Da Messina. L'uomo è stato sorpreso in via Nazionale mentre trasportava a bordo di una moto Ape 50, 300 chili circa di rifiuti speciali: radiatori, termosifoni, inferriate, grondaie, batterie al piombo, rottami di autovetture e parti di pc quali monitor e stampanti.

Nel pomeriggio invece è stato il turno di V. T., 63 anni di Partinico anche lui pregiudicato e residente a Carini in via Ninni Cassarà.  Qui i militari hanno fermato l'anziano all'altezza del bivio Foresta mentre su un'Ape 400 trasportava circa 600 chili di rifiuti speciali. In entrambi i casi i mezzi sono stati sottoposti a sequestro. I due uomini sono stati processati per direttissima davanti all'autorità giudiziari che ha convalidato gli arresti. I due trasgressori si sono avvalsi dei termini di difesa, pertanto sono stati rimessi in libertà.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento